Covid, Iss: “RT sale a 0,92”. Aifa: “Da lunedì prenotazioni vaccini bivalenti”

Sono tre questa settimana le Regioni classificate a rischio moderato per casi Covid, le restanti 18 sono invece classificate a rischio basso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:52

Secondo l’ultimo monitoraggio settimanale dell’Iss – Ministero della Salute, nel periodo 17-30 agosto, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici di Covid-19 è stato pari a 0,92, in aumento rispetto alla settimana precedente, quando era a 0,81.

L’incidenza settimanale Covid a livello nazionale è invece in calo: 197 ogni 100.000 abitanti rispetto a 243 ogni 100.000 abitanti della scorsa settimana.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è calato all’1,9% contro il 2,1% della scorsa settimana; e il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale è sceso al 6,5% contro il 7,7% precedente.

Iss: “3 Regioni a rischio moderato e per 18 basso”

Sono tre questa settimana le Regioni classificate a rischio moderato, le restanti 18 sono invece classificate a rischio basso. Cinque Regioni/province autonome riportano almeno un’allerta di resilienza. Una Regione riporta molteplici allerte di resilienza.

Magrini (Aifa): “Da lunedì prenotazioni vaccini bivalenti”

“Da lunedì può iniziare a livello regionale la prenotazione con i nuovi vaccini bivalenti” e “l’arrivo di un nuovo vaccino dovrebbe rafforzare anche il convincimento per chi deve fare la quarta dose per via dell’età o perché presentino altre patologie”. Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), Nicola Magrini, durante la conferenza stampa sulla prosecuzione della campagna vaccinale contro il Covid-19 in corso al Ministero della Salute. Da lunedì, ha precisato Magrini, “sarà possibile prenotare le dosi e somministrarle”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.