Covid in Serie A, altri due positivi all’Inter: Nainggolan e Gagliardini

I due centrocampisti si aggiungono ai difensori Bastoni e Skriniar. Tutti salteranno il Derby col Milan (così come Ibrahimovic) e, probabilmente, la sfida di Champions col 'Gldbach

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:08

Continua ad allargarsi il fronte dei positivi al coronavirus nella rosa dell’Inter. Dopo i difensori Bastoni e Skriniar, anche i centrocampisti Gagliardini e Nainggolan sono risultati positivi al tampone effettuato alla Pinetina. Una situazione che comincia a preoccupare in casa nerazzurra, dove si attende l’esito del secondo test svolto dal difensore slovacco, asintomatico ma che dovrà (come Bastoni) osservare un periodo di isolamento. Che, a quanto sembra, trascorrerà in Slovacchia. Come precisato dalla nazionale slovacca, che aveva convocato il giocatore per i suoi impegni internazionale, Skriniar “non ha sintomi, si sente bene e sosterrà un altro test a breve”.

Derby decimato

Sintomi o meno, la preoccupazione in casa Inter comincia a crescere. Anche perché, il prossimo 17 ottobre, al Meazza andrà in scena il Derby della Madonnina, che rischia di offrire uno spettacolo privo di alcuni dei suoi protagonisti. Certamente, sia la coppia difensiva che i due centrali di centrocampo salteranno l’impegno stracittadino, così come l’attaccante milanista Zlatan Ibrahimovic (ancora positivo al coronavirus) e il difensore brasiliano Duarte. Calciatori che, nel frattempo, rassicurano tutti sulle proprie condizioni di salute: “Grazie mille a tutti per i vostri messaggi. Sto bene e sono in isolamento, ci vediamo presto a San Siro”, ha scritto il difensore dell’U-21 Bastoni. Così anche Skriniar: “Sto bene e in isolamento. Nei prossimi giorni faccio altri test. Ci vediamo presto e spacchiamo tutto, forza Inter”.

La situazione in casa Inter

Attenzione massima ad Appiano Gentile, dove il centro sportivo interista è stato di fatto svuotato per gli impegni delle nazionali. Per Antonio Conte, sia con l’occhio sul derby che sull’impegno di Champions League contro il Borussia Monchengladbach, quella in difesa è una vera e propria emergenza, considerando che gli unici due centrali di ruolo restano Ranocchia e De Vrij, oltre agli adattabili Kolarov e D’Ambrosio. Si spera che la progressione del Covid si sia arrestata e che la squadra possa proseguire le sue sedute di lavoro. Per il momento niente isolamento ma spostamenti consentiti solo da casa al campo d’allenamento.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.