Covid: ecco quanti italiani soffrono di stress

Emerge da una ricerca condotta online su 1000 persone da Human Highway per Assosalute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:43
Db Milano 26/03/2021 - prevenzione diffusione Coronavirus / foto Daniele Buffa/Image nella foto: tamponi drive through parco Trenno

Sono ormai due anni che le nostre abitudini, il nostro modo di socializzare, di incontrare parenti e amici sono cambiati a causa della diffusione della pandemia di Covid-19. Il virus ha contagiato moltissime persone, in alcune non ha lasciato strascichi, mentre altri hanno fatto fatica a ritrovare un equilibrio dopo la malattia.

8 persone su 10 soffrono di stress

La conseguenza dei due anni di pandemia è stata lo stress, con 8 persone su 10 che dichiarano di aver sofferto di almeno un disturbo riconducibile proprio allo stress nell’ultimo anno. Tra i più comuni, mal di testa (48,0%), ansia, nervosismo, irritabilità (42,8%), tensioni muscolari (39,6%) e disturbi del sonno (32,2%). Emerge da una ricerca condotta online su 1000 persone da Human Highway per Assosalute, Associazione nazionale farmaci di automedicazione, parte di Federchimica.

Chi ne è stato più colpito

Lo stress ha colpito gli adulti quanto i giovani. Ne è convinto il 58,3% degli intervistati, secondo cui sono proprio i ragazzi la fascia che ha risentito maggiormente delle conseguenze della pandemia. Per 7 italiani su 10, inoltre, anche i bambini più piccoli, seppur con livelli minori, hanno vissuto momenti di stress e ansia, provocati dalla confusione generata dal continuo cambio di regole e abitudini, dalla didattica a distanza, dalla riduzione delle occasioni di gioco.

Come hanno affrontato lo stress

Il consiglio del medico e il ricorso ai farmaci di automedicazione sono i due comportamenti più diffusi, mentre è in crescita, rispetto al 2020, la percentuale di coloro che non chiedono consiglio e non fanno nulla per alleviare i sintomi, dall’11,6% al 21,1%, a evidenziare che, passata la fase più difficile, anche l’attenzione con cui si curano i disturbi da stress ha perso di intensità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.