Covid-19, Oms: le mascherine non sono la soluzione

Il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus avverte che l'Oms pubblicherà delle linee guida nell'utilizzo dei presidi sanitari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:59

Le mascherine sono la panacea a questo immenso male che è il Coronavirus? No secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le mascherine sono poche e la loro distribuzione va razionalizzata per proteggere quelle aree del mondo dove le condizioni igieniche sono precarie.

Dove sono utili i presidi?

L’uso generalizzato delle mascherine deve essere preso in considerazione da quei Paesi nei quali altre misure, come lavarsi le mani o mantenere la distanza, sono più difficili da applicare per “Carenza d’acqua o in condizioni di sovraffollamento”. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Le mascherine non sconfiggono il Coronavirus

L’Oms pubblicherà linee guida per l’uso delle mascherine da parte della popolazione, ma nel briefing quotidiano il direttore generale, Tedros Adhanom Ghebreyesus avverte che “Non sono la pallottola d’argento, lo strumento che sconfiggerà la pandemia. Per quello serve trovare, testare e isolare chi ha il virus e rintracciare ogni contatto”. Inoltre, “Se le maschere vengono indossate, devono essere usate in modo sicuro e corretto. L’Oms ha una guida su come indossare, togliere e smaltire le maschere. Ciò che è chiaro è che la ricerca in questo campo è limitata. Incoraggiamo i paesi che stanno considerando l’introduzione di maschere per la popolazione dei generi a studiarne l’efficacia”.

Priorità al personale sanitario

“Consigliamo l’uso delle mascherine mediche a chi è malato o si deve prendere cura di una persona malata”. Lo ha ribadito il direttore generale dell’Oms , annunciando la pubblicazione oggi di linee guida per i Paesi sull’uso delle mascherine per la popolazione. “Ci preoccupa che l’uso di massa di queste mascherine da parte delle persone possa aggravare la carenza di questi strumenti“, ha sottolineato il direttore generale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.