Coronavirus: 16.308 casi e 553 vittime, i tamponi sono 176.185

Il bollettino del Ministero della Salute nel giorno successivo all'annuncio delle nuove misure: i guariti sono 23.384. Il Veneto la Regione più colpita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48
Coronavirus

Altri 16.308 positivi e 553 vittime. Sono i dati comunicati dal Ministero della Salute sull’andamento del coronavirus in Italia, a quasi 24 ore dall’annuncio del premier Giuseppe Conte sulle misure restrittive che entreranno in vigore nel periodo delle festività natalizie. Dati accompagnati anche da 23.384 guariti (per un totale di 1.249.470 dall’inizio della pandemia) e da un calo di 7.192 persone in isolamento domiciliare. Al momento sono 529.018.

Tasso di positività giù

Per quanto riguarda gli attualmente positivi, il numero arriva a 620.166, considerando i 7.632 in meno delle ultime 24 ore. I pazienti in terapia intensiva per il Covid-19 in Italia calano di 35 unità. Nei reparti ordinari scendono di 405. Con 176.185 tamponi (leggermente meno dei 179.800 di ieri), il tasso di positività arriva al 9,2%, in discesa del 0,8% rispetto a ieri. Il conteggio complessivo dei casi dall’inizio della pandemia arriva a 1.938.083, mentre quello delle vittime a 68.447.

Coronavirus, il caso Veneto

La Regione più toccata nelle ultime 24 ore è il Veneto, con 3.834 casi. A seguire la Lombardia 1.944, l’Emilia-Romagna con 1.641, il Lazio (1.410) e la Puglia (1.382). Nei giorni scorsi, il governatore del Veneto, Luca Zaia, aveva annunciato una stretta in vista delle vacanze di Natale, indipendentemente dall’azione del governo, vista la recrudescenza dei contagi che ha portato la regione a numeri superiori alla Lombardia nelle scorse settimane.

“In Veneto – ha detto Zaia – sono stati eseguiti 3,1 milioni di test molecolari, 1,5 milioni di rapidi. I test molecolari effettuati nelle ultime 24 ore sono 18.924, i rapidi 39.877 per un totale di 58.801 tamponi nelle ultime 24 ore. Su questi tamponi i positivi nelle ultime 24 ore sono 3.834 pari al 6,52%”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.