Coronavirus, Protezione Civile: “Oggi 33.846 le vittime, 72 più di ieri”

Diffuso il report del ministero della Salute e Iss sugli indicatori per la Fase 2 relativi alla settimana tra il 25 e il 31 maggio: nessuna regione attualmente ha una Rt sopra 1

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:04
Bollettino del 6 giugno

Sono 72 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto alle 85 di ieri. In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 27, mentre ieri erano 21. I morti complessivi salgono così a 33.846. Dai dati della Protezione Civile emerge che ci sono 8 regioni senza vittime: Trentino Alto Adige, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Calabria, Molise e Basilicata. E’ di 234.801 il numero complessivo dei contagiati, con un incremento rispetto a ieri di 270 casi, quando si era registrata una crescita di 518. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 5 le Regioni con zero nuovi casi: Campania, Umbria, Calabria, Molise e Basilicata. Sono saliti a 165.078 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.297. Giovedì l’aumento era stato di 1.886. Sono 293 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 23 meno di ieri. Di questi, 110 sono in Lombardia, 10 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 5.002, con un calo di 299 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 30.582, con un calo di 777 rispetto a ieri.

I malati

Sono 35.877 i malati di coronavirus in Italia, 1.099 meno di ieri, quando il calo era stato di 1.453. Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono 19.499 in Lombardia (-354), 4.167 in Piemonte (-202), 2.416 in Emilia-Romagna (-96), 1.164 in Veneto (-65), 785 in Toscana (-72), 245 in Liguria (+1), 2.697 nel Lazio (-13), 1.195 nelle Marche (-98), 738 in Campania (-36), 758 in Puglia (-88), 104 nella Provincia autonoma di Trento (-19), 866 in Sicilia (-6), 161 in Friuli Venezia Giulia (-19), 653 in Abruzzo (-17), 100 nella Provincia autonoma di Bolzano (-1), 28 in Umbria (-1), 60 in Sardegna (-7), 12 in Valle d’Aosta (+2), 91 in Calabria (-6), 121 in Molise (-1), 17 in Basilicata (-1).

Decessi

Quanto al numero di morti Regione per Regione, le vittime sono in Lombardia 16.249 (+27), Piemonte 3.934 (+7), Emilia-Romagna 4.171 (+4), Veneto 1.949 (+11), Toscana 1.068 (+5), Liguria 1.492 (+6), Lazio 758 (+4), Marche 991 (+2), Campania 426 (+1), Puglia 522 (+1), Provincia autonoma di Trento 464 (+0), Sicilia 276 (+0), Friuli Venezia Giulia 338 (+0), Abruzzo 418 (+3), Provincia autonoma di Bolzano 292 (+0), Umbria 76 (+0), Sardegna 131 (+0), Valle d’Aosta 144 (+1), Calabria 97 (+0), Molise 23 (+0), Basilicata 27 (+0). I tamponi per il coronavirus sono finora 4.187.057, in aumento di 72.485 rispetto a ieri. I casi testati sono finora 2.599.294.

Iss

Stamattina è stato diffuso il report del ministero della Salute e Iss sugli indicatori per la Fase 2 relativi alla settimana tra il 25 e il 31 maggio da cui si evince che nessuna regione attualmente ha una Rt sopra 1, anche se ci sono ancora focolai attivi. Le misure di lockdown in Italia, si legge nel documento, “hanno effettivamente permesso un controllo dell’infezione da SARSCoV-2 sul territorio nazionale pur in un contesto di persistente trasmissione diffusa del virus con incidenza molto diversa nelle 21 Regioni”. Ma “in quasi tutta la Penisola sono documentati focolai di trasmissione attivi. Tale riscontro , che in gran parte è dovuto alla intensa attività di screening e indagine dei casi con identificazione e monitoraggio dei contatti stretti, evidenzia tuttavia come l’epidemia in Italia di COVID-19 non sia conclusa“.

Lombardia,con 13mila tamponi 142 positivi

Con 13.696 tamponi effettuati, sono 142 in un giorno le persone risultate positive al Coronavirus in Lombardia (una percentuale quindi dell’1,04% rispetto agli esami effettuati). A fornire i dati è la Regione. Dall’inizio dell’epidemia sono in tutto 90.070 i contagiati. Sono 110 le persone al momento ricoverate in terapia intensiva, dieci meno di ieri, e 2840 quelle negli altri reparti (-120). I decessi registrati sono 27, in totale 16.249. Sono 59 i nuovi casi positivi al Covid nella provincia di Milano, arrivata a quota 23.365 positivi. In città i contagiati in più rispetto a ieri sono 29, per un totale di 9.919. Diciotto nuovi casi a Brescia (14.988) e 12 a Bergamo (13.551). Meglio tutte le altre province: a Como 9 nuovi casi (3.921), a Cremona 7 (6.489), a Mantova 6 (3388), a Pavia 11 (5404), in Monza e Brianza 4 (5571), a Lecco 1 (2766), a lodi 3 (3498), a Varese 3 (3674) a Sondrio nessuno (1481).

Piemonte, frenata del virus

Sono sette i decessi e 38 i nuovi contagi, di cui 10 in Rsa e 19 asintomatici, comunicati questa sera dall’Unità di crisi della Regione Piemonte per l’emergenza Coronavirus. Il bilancio, dall’inizio dell’emergenza, è dunque di 3.934 morti e 30.845 contagi. Numeri che confermano la frenata nella regione, una delle più colpite dopo la Lombardia, della pandemia. I pazienti guariti sono invece 20.246, 374 in più rispetto a ieri, con altri 2.498 in via di guarigione. Continuano a calare anche i ricoverati in terapia intensiva, tre in meno rispetto a ieri per un totale di 37, mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 684, 59 in meno nelle ultime 24 ore. I tamponi diagnostici finora processati sono 340.176, di cui 188.407 risultati negativi.

Emilia Romagna, 4 decessi in 24 ore

In Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore si sono registrati 17 nuovi casi di positività al coronavirus di cui 11 asintomatici individuati attraverso l’attività di screening. Lo ha comunicato in una nota l’ente regionale. I decessi, nello stesso lasso di tempo, sono stati quattro: un uomo e tre donne. I tamponi effettuati sono stati 4.000, che raggiungono così complessivamente quota 351.146, più 2.301 test sierologici. Le nuove guarigioni sono state 109, per un totale di 21.307: oltre il 76% sul totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 2.416.

Marche, ricoveri calano a 49

C’è stato un nuovo calo, nelle ultime 24 ore, dei pazienti ricoverati nelle Marche per ‘Covid-19’: 6 in meno rispetto a ieri e totale a 49. Continua a crescere, invece, il numero dei pazienti guariti e dimessi, che oggi sono diventati 4.556, 98 più del giorno precedente. Lo si apprende dal secondo aggiornamento quotidiano del Gores, il gruppo operativo regionale che coordina l’emergenza sanitaria. Nelle terapie intensive sono assistite 3 persone (2 meno di ieri), 5 nelle aree di semi-intensiva (-1), 17 nei reparti non intensivi (-3) e 24 nelle degenze post acute; inoltre, sono 83 gli ospiti nelle altre strutture territoriali della regione (-7). Rispetto a ieri ci sono 92 ‘positivi’ in meno in isolamento domiciliare (1.146 in totale), mentre le vittime dall’inizio della crisi sono 991 e, tra queste, 8 non erano residenti nelle Marche.

Nel Lazio 28 casi di contagio, 24 a San Raffaele

“Oggi registriamo un dato di 28 casi positivi di cui ben 24 riferibili al focolaio dell’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (Irccs) San Raffaele Pisana di Roma”. Così l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. L’assessore sottolinea che “continuano a crescere i guariti, che sono stati 37 nelle ultime 24 ore”. Così il bollettino di oggi dello Spallanzani di Roma: “Sono 73 i pazienti ricoverati allo Spallanzani di Roma, di cui 24 positivi al Covid-19 e 49 sottoposti a indagini”.

Toscana, 5 nuovi casi e 5 decessi

In Toscana sono 10.134 i casi di positività al Coronavirus, 5 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,05% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 0,9% e raggiungono quota 8.281 (81,7% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 269.298, 2.790 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 2.260. Gli attualmente positivi sono oggi 785, -8,4% rispetto a ieri. Si registrano 5 nuovi decessi: 3 uomini e 2 donne, con un’età media di 74 anni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Veneto, positivi e morti in decisa frenata

Continua in Veneto la frenata sul numero di contagi e sui decessi. Se ieri sera la Regione segnalava 0 positivi e 9 decessi, stamane si registrano 0 decessi e 8 positivi. Il totale dei positivi ha raggiunto quota 19.174, i decessi complessivi sono 1.948 tra ospedali ed extra ospedali.

Da 10 giorni la Basilicata è a contagi zero

Per il decimo giorno in consecutivo, in Basilicata – dove da ieri non ci sono persone ricoverate negli ospedali – non sono stati registrati nuovi casi di coronavirus. Ieri – secondo quanto reso noto dalla task force regionale – sono stati analizzati 397 tamponi, tutti negativi. Con un nuovo guarito (il totale è di 355) il numero delle persone attualmente positive è sceso da 16 a 15; quello delle vittime è fermo a 27 dallo scorso 9 maggio. In totale, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, in Basilicata, sono stati analizzati 31.882 tamponi, di cui 31.465 sono risultati negativi.

Nessun positivo tra i dipendenti del Vaticano

“Questa mattina è risultata negativa al Covid-19 anche l’ultima persona segnalata come malata nelle scorse settimane. Ad oggi non risultano casi di positività al coronavirus tra i dipendenti della Santa Sede e nello Stato della Città del Vaticano”. Lo afferma il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.