Coronavirus, allerta Europa: quasi 16mila casi in Francia, nuovo picco in UK

Londra ha già disposto nuove chiusure, giro di vite transalpino su Marsiglia ma il Covid non si ferma. E in Spagna i casi sono 12 mila in 24 ore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00

Millenovecentododici contagi in 24 ore in Italia. Un record dal post-lockdown, che parla di un andamento del coronavirus che ancora preoccupa il nostro Paese. Il quale, del resto, non è l’unico né il più in crisi sul piano della recrudescenza del Covid-19 in Europa. Solo nell’arco delle ultime 24 ore, infatti, il balzo dei nuovi casi ha interessato Paesi già in difficoltà come il Regno Unito e, ora, anche la Francia vittima peraltro di una nuova giornata di terrore. Nel Paese transalpino, gli ultimi giorni hanno fatto registrare picchi come non se ne vedevano da tempo: quasi 16 mila nuovi casi, un andamento sostanzialmente lineare rispetto a quello di ieri. Il che, di fatto, fa pensare a una nuova escalation per il Paese.

Francia, superata quota 500 mila

Al momento, in Francia il coronavirus ha raggiunto e superato quota 500 mila contagiati. In una giornata in cui, peraltro, si è toccato una nuova elevata cifra in termini di vittime, 52. Indicatori di una fase pandemica in cui, come annunciato anche dall’Unione europea, si attraversa uno dei momenti peggiori. Forse addirittura più dei picchi raggiunti a marzo. Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, “abbiamo perso un milione di persone in nove mesi e potrebbero volerci altri nove mesi prima di avere il vaccino”. Per questo, oggi come oggi, il rischio di incrementare il numero delle vittime da Covid non è irrealistico. Secondo il direttore per le emergenze, Michael Ryan, “il momento di agire è adesso”. Questo anche considerando che, secondo l’Oms, il grosso dei contagi proviene da non più di 10 Paesi, per i quali servirebbero interventi mirati.

Regno Unito e Spagna

Intanto, il conteggio complessivo parla di quota 32 milioni superata sul piano dei contagi globali, con 987 mila vittime dall’inizio della pandemia. Una fase di crescita delle infezioni che, secondo gli scienziati americani, è dovuta a una mutazione del virus che lo renderebbe più contagioso. Nel frattempo, alcuni Paesi continuano a toccare cifre da record: nel Regno Unito, ad esempio, si è arrivati a 6.874 casi in un giorno, la cifra più alta da maggio. In Spagna, invece, i casi registrati sono 12 mila. E proprio a Madrid si continua a discutere di una possibile misura di lockdown, come del resto anche in Francia. Provvedimenti che, in caso, sarebbero speculari a quelli della Gran Bretagna, volti a contenere il riverbero della pandemia. Che intanto, negli Stati Uniti, ha toccato quota 7 milioni di contagiati.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.