Conte all’Onu: “Il G20 in Italia sia una rinascita collettiva”

Il messaggio del premier alle Nazioni Unite: "Insieme possiamo voltare questa pagina buia della storia". E sulla Libia: "Fondamentale la mediazione Onu"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03

“Il prossimo G20 in Italia sia un momento di rinascita collettiva”. E’ l’auspicio che il premier italiano, Giuseppe Conte, consegna alla 75esima Assemblea delle Nazioni Unite, ricordando al consesso delle Nazioni che “la pandemia ha messo in luce le nostre debolezze, ma anche la nostra forza”. Secondo il presidente del Consiglio, “insieme possiamo voltare questa pagina buia della storia, come 75 anni fa. Insieme possiamo costruire un futuro migliore per i nostri figli”.

Conte e il G20

Lo sguardo di Conte spazia anche sul prossimo G20, previsto in Italia, indicandolo come “un momento di rinascita collettiva”. E alla mediazione dell’Onu Conte affida anche il futuro della Libia, il cui assetto potrebbe risentire del passo indietro paventato da Aguila Saleh a Tobruk e quello annunciato da Serraj a Tripoli: “L’unica strada è la mediazione dell’Onu, impedendo interferenze ed ingerenze esterne, e dando spazio al dialogo intralibico”.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.