Caos Centrodestra: tre deputati di Forza Italia passano alla Lega

Salvini attacca gli azzurri, dopo l'apertura di Berlusconi alla collaborazione col governo: "C'è una certa ambiguità". Tajani frena: "Siamo e resteremo all'opposizione"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:02

Torna qualche frizione all’interno del gruppo di Centrodestra. Ad andare all’attacco, nel giorno in cui tre deputati forzisti passano sotto la bandiera della Lega, è proprio il leader del Carroccio, Matteo Salvini, critico verso il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, prodigo di aperture al governo per una collaborazione sulle misure economiche. Un riferimento non diretto ma piuttosto esplicito quello dell’ex ministro, intervenuto a Rtl 102.5: “I miei rapporti con Forza Italia? A me interessano i rapporti con gli italiani. L’appello di Mattarella è alla collaborazione, non all’inciucio e ai rimpasti“. E ancora: “Mi sembra che per Pd, M5S, Renzi e anche per qualche pezzo di Forza Italia si stia parlando di posti, non di cose da fare. Il Parlamento invece è occupato da 15 giorni sulla cancellazione dei decreti sicurezza. È questa la priorità del Paese?”.

La replica di Tajani

Per quanto riguarda la mossa di Berlusconi, secondo Salvini “c’è una certa ambiguità. Il capo dello Stato ci chiede di collaborare, ma leggo di legge elettorale, di aziende. Ma Mediaset non ha bisogno di aiutini, e non voglio pensare a scambi, sicuramente non è così. La gente chiede al centrodestra di collaborare, di proporre, di risolvere. Noi abbiamo presentato un mega taglio dell’Iva da 20 miliardi. E noi come centrodestra di questo vorremmo parlare”. Da Forza Italia, tuttavia, cercano di allentare la tensione: “Forza Italia è e rimarrà all’opposizione – scrive su Twitter il vicepresidente azzurro, Antonio Tajani -. Non è un inciucio cercare di far approvare proposte concrete per tutelare lavoratori, imprese, famiglie e liberi professionisti. E garantire la salute degli italiani utilizzando i 37 mld del Mes. Si tratta soltanto di buon senso e di senso di responsabilità per tutelare i diritti dei cittadini”.

Centrodestra, la nota degli ex azzurri

Nel frattempo, però, l’apertura di Berlusconi qualche conseguenza immediata sembra averla portata. A passare dall’azzurro al blu, i deputati Laura Ravetto, ex sottosegretario del governo Berlusconi, Federica Zanella e Maurizio Carrara. L’annuncio in una nota sottoscritta dagli ormai ex Forza Italia: “Abbiamo deciso di impegnarci in politica, in tempi e modi diversi, convinti che i valori e i programmi del centrodestra siano la risposta giusta per il Paese. Ringraziamo Silvio Berlusconi per averci dato la possibilità di tradurre le nostre competenze e il nostro ‘sentire’ in azioni politiche concrete. In qualità di eletti su collegi uninominali con i voti di tutto il centrodestra tuttavia viviamo con disagio le sempre più ampie aperture al Governo e gli ammiccamenti con il Partito Democratico”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.