Casi Covid in diminuzione, stabile il tasso di positività

Effettuati 284.579 tamponi, il 75% della popolazione over12 ha completato il ciclo vaccinale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:06

Scendono sotto cinquemila i nuovi casi di positività al Covid registrati un giorno, quando ieri avevano superato quella quota. Somministrati intanto nel nostro Paese 81,8 milioni di dosi di vaccini contro il Covid. In Gran Bretagna dal 4 ottobre cade l’obbligo di test Covid con esito negativo alla partenza per chi viaggia o rientra in Inghilterra dall’Italia, come da altri Paesi, per chi è completamente vaccinato. Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti Grant Shapps.

I dati del bollettino

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati 4.552 nuovi casi Covid, in calo rispetto ai 5.117 di ieri, mentre i decessi sono 66. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del Ministero della Salute. I tamponi effettuati sono 284.579 (ieri 306.267) e il tasso di positività rimane stabile è all’1,6%. Diminuiscono di sei unità i pazienti ricoverati in terapia intensiva 525, mentre i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.989 (-29).

Campagna vaccinale

Alle 06:11 sono 81.850.468 i vaccini anti-Covid somministrati nel nostro Paese, l’87,5% delle 93,5 milioni di quelle finora consegnate, e sono 40,6 milioni le persone che hanno completato il ciclo vaccinale – il 75,23% della popolazione dai 12 anni in su.

Gran Bretagna

Il governo inglese alleggerisce le restrizioni fissate dalla normativa in materia di precauzioni di viaggio. Dal prossimo 4 ottobre niente più obbligo di test Covid negativo alla partenza per chi viaggia o rientra in Inghilterra dall’Italia, ha annunciato il ministro dei Trasporti britannico, come da tutti i Paesi inseriti nella lista intermedia arancione, a patto che sia doppiamente vaccinato.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.