Il Capo dello Stato Sergio Mattarella in visita a Milano

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha partecipato all'inaugurazione del nuovo Campus presso il Politecnico di Milano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05

Questa mattina alle 10:30 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è giunto presso il Politecnico di Milano dove ha preso parte all’inaugurazione del nuovo Campus di Architettura insieme al Prefetto di Milano Dottor Renato saccone, al sindaco di Milano Dottor Giuseppe Sala, al Presidente della Regione Lombardia Avvocato Attilio Fontana al Magnifico Rettore del Politecnico di Milano Professor Ferruccio Resta, al Ministro dell’Università e della Ricerca Professoressa Maria Cristina messa ed alla presenza dell’Architetto Renzo Piano, ideatore di questa nuova struttura.

Necessità di un’azione integrata per rispondere alle sfide future

In tale occasione il capo dello Stato ha posto l’attenzione sulle sfide future da affrontare in modo globale, le quali sono sempre più comuni a tutti i paesi del mondo, qualunque sia la loro condizione socioeconomica ed ubicazione geografica. In seconda istanza, il Presidente Mattarella ha evidenziato, quali temi di fondamentale ed imprescindibile importanza, la salute del mondo che, come è stato sottolineato dalla pandemia va affrontata in maniera globale e necessariamente integrata e non diversificata in base ai confini degli Stati, successivamente egli ha parlato del tema dell’immigrazione definendolo mondiale ed imponente. al termine del suo discorso egli ha toccato il tema della lotta alla povertà che deve avere una dimensione globale ed interconnessa nei vari continenti e tra i diversi paesi del mondo.

Visita privata alla Comunità Exodus

Dopo l’inaugurazione del nuovo campus universitario presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato in forma privata in visita presso la Comunità Exodus fondata all’inizio degli anni 80 da don Antonio Mazzi con l’obiettivo di svolgere attività di prevenzione, assistenza e recupero nei confronti delle persone tossicodipendenti

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.