Alitalia, firmato il decreto: via libera alla nuova Newco

Firma congiunta dei ministri dell'Economia, del Lavoro, dei Trasporti e dello Sviluppo economico. Francesco Caio presidente, Fabio Maria Lazzerini ad

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:59

Nasce oggi la Newco di Alitalia, con decreto a firma dei ministri Roberto Gualtieri (Economia), Stefano Patuanelli (Sviluppo economico), Paola De Micheli (Trasporti) e Nunzia Catalfo (Lavoro). La compagnia di bandiera, quindi, viene di fatto riassemblata: il Consiglio di amministrazione sarà guidato dal presidente Francesco Caio e dall’amministratore delegato Fabio Maria Lazzerini. Dettagli rivelati dalla nota congiunta dei Ministeri interessati, nella quale viene delineata la nuova composizione dell’organigramma. Nel Cda entrano i consiglieri Alessandra Fratini, Angelo Piazza, Lelio Fornabaio, Frances Vyvyen Ouseley, Simonetta Giordani, Silvio Martuccelli e Cristina Girelli.

La nuova Alitalia

La Newco, ha spiegato il titolare del Mef, Roberto Gualtieri, “rappresenta il primo passo verso la costituzione di un vettore di qualità capace di competere sul mercato internazionale”. Con questo progetto, secondo il ministro dell’Economia si pongono “le basi per il rilancio del trasporto aereo italiano, attraverso la scelta di manager di primo livello e grande competenza in grado di elaborare e attuare un piano industriale solido e sostenibile”. Concetto ribadito anche dal ministro dei Trasporti, De Micheli. “Nasce oggi la nuova compagnia aerea di bandiera. In netta discontinuità con il passato e che dovrà giocare un ruolo da protagonista sul mercato europeo e internazionale. Si tratta di una grande operazione industriale al servizio del Paese, a sostegno della competitività delle nostre imprese e per il rilancio del turismo italiano”.

Analisi europea

Con la Newco si chiude la gestione commissariale di Alitalia e si apre la fase di verifica da parte dell’Europa. Restano però diversi i nodi da sciogliere. Al vaglio, in particolare, la questione del possibile inquadramento come aiuto di stato, che dovrà essere esaminata dal commissario europeo per la concorrenza, Margrethe Vestager. L’indagine dell’Europa, a ogni modo, sarà tutto tondo, cercando di individuare soprattutto la discontinuità rispetto al precedente asset aziendale. “Abbiamo bisogno di una compagnia di bandiera che aiuti l’Italia a ripartire – ha detto il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo -. Con la nascita della Newco siamo di fronte ad una sfida ambiziosa. Necessariamente da vincere per dotare il Paese di un vettore aereo competitivo e qualificato, che valorizzi le professionalità e le competenze che in questo settore abbiamo da sempre espresso”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.