MERCOLEDÌ 30 MARZO 2016, 18:30, IN TERRIS

TERRORISMO, L'UE BLINDA GLI AEROPORTI: SI STUDIA IL MODELLO TEL AVIV

EDITH DRISCOLL
TERRORISMO, L'UE BLINDA GLI AEROPORTI: SI STUDIA IL MODELLO TEL AVIV
TERRORISMO, L'UE BLINDA GLI AEROPORTI: SI STUDIA IL MODELLO TEL AVIV
Per difenderci dal terrorismo dobbiamo rinunciare a qualcosa. Una realtà che i leader europei hanno fatto propria dopo gli attacchi di Bruxelles della scorsa settimana. Così, in occasione della riunione del comitato Ue per la sicurezza aerea, saranno discusse nuove misure di sicurezza per gli aeroporti. Il modello che verrà preso in considerazione è quello di Tel Aviv, con l'introduzione di un primo controllo di sicurezza subito all'entrata degli scali, con metal detector e controllo di biglietto e passaporto.

Lo stesso aeroporto Domodedovo di Mosca, dopo l'attacco simile a quello di Bruxelles avvenuto nel 2011 con un kamikaze che uccise 37 persone nell'area d'ingresso, ha introdotto questo tipo di protocollo. Il Comitato per la sicurezza aerea valuterà anche i contro: costi aggiuntivi dell'ordine del 10%, il rischio che un kamikaze possa comunque farsi esplodere tra le persone in fila ai metal detector, soprattutto nei grandi aeroporti con migliaia di persone in affluenza ogni ora. E il messaggio di paura che in questo modo l'Europa invierebbe agli stessi terroristi.

"Il rischio zero non esiste, per questo l'obiettivo sarà mantenere un approccio di proporzionalità", hanno spiegato le fonti Ue, secondo cui si andrà verso "raccomandazioni non vincolanti" in cui "a decidere saranno i singoli aeroporti", soprattutto per non pesare su quelli regionali più piccoli, target meno appetibili per i terroristi e dove i costi si rivelerebbero troppo alti.

Sul fronte della sicurezza nelle metro, Bruxelles non ha poteri, in quanto si tratta di trasporti locali. In ogni caso molte città, da Madrid a Londra, da Mosca a Parigi, sono già state vittime di bombe in passato ma, sia per i costi che per l'impossibilità di mettere scanner o controlli a ogni ingresso e uscita di tutte le stazioni, nessuna ha mai introdotto misure.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018
Il Segretario del Pd Matteo Renzi
ELEZIONI

Renzi: "Il Pd sarà il primo partito"

"Boschi oggetto di un’attenzione spasmodica, si deve candidare"
Presepe

La solita ipocrisia

Il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, invita le scuole dell’Isola ad allestire il Presepe in...
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco