MERCOLEDÌ 14 AGOSTO 2019, 17:22, IN TERRIS

CRISI DI GOVERNO

Salvini insiste: "Il 20 sfiduciamo Conte"

Il leader della Lega non torna indietro sulla mozione e a Circo Massimo ribadisce: "No a governi strani, prima si vota meglio è"

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Matteo Salvini
Matteo Salvini
N

on torna indietro Matteo Salvini, né sulla mozione di sfiducia a carico di Giuseppe Conte né sull'idea di scongiurare l'ipotesi di un'intesa di governo fra gli ex partecipanti del contratto di governo del M5s e il Partito democratico. E, dai microfoni di 'Non stop news' su Rtl chiarisce: "Il 20 agosto sfiduceremo il premier. In tantissimi chiedono che non ci siano giochini di palazzo, governi tecnici. La via maestra, democratica, trasparente, lineare, è quella delle elezioni. Stiamo facendo tutto il possibile perché gli italiani possano votare. No a governi strani, prima si vota, meglio è".


La posizione

Nonostante l'apertura sul voto per il taglio dei parlamentari, Salvini insiste sulla questione della sfiducia anche se, per procedere alla votazione, è necessario avere un governo. Per questo, nelle scorse ore, erano state esercitate pressioni, in primis dal  affinché il leader della Lega ritirasse la mozione in Senato permettendo di procedere con il voto. Secondo Salvini, il nodo è quello della calendarizzazione: "Non ho capito perché il Presidente della Camera Fico, invece di mettere prima in agenda il taglio dei parlamentari, lo ha messo dopo la mozione di sfiducia. Non è colpa mia e non mi permetto certo di interpretare i pensieri del presidente". E non si risparmia una critica su uno dei provvedimenti cardine della Manovra stilata dal governo, il reddito di cittadinanza: "In tante realtà, soprattutto del Sud, si sta trasformando in incentivo in lavoro nero. Lo cancello? No, ma sono situazioni che vanno monitorate. Preferisco crescita e sviluppo all'assistenza".


Botta e risposta

Posizione lineare a quella di Salvini, anche se con qualche segnale di elasticità in più, per il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, che dai microfoni di Radio Capital lascia uno spiraglio di dialogo coi Cinque stelle: "In questo momento non la ritiriamo, poi deciderà Matteo Salvini, sarà lui a valutare l'opportunità. Se Luigi Di Maio vuole che la Lega ritiri la mozione, prende in mano il telefono, chiama Matteo Salvini, si incontrano e decideranno insieme se è il caso di proseguire questa iniziativa di governo". Eventualità subito rispedita al mittente, sempre a Circo Massimo, dalla pentastellata alla presidenza della Commissione Finanze della Camera, Carla Ruocco: "Per quanto mi riguarda non ci sono margini per riformare una maggioranza con Salvini. Ciò che è più importante per l'Italia è che si stabilisca uno scenario in cui ci siano dei punti chiari, precisi e condivisi da portare all'attenzione delle altre forze politiche. Se ci sono margini per condividere dei punti importanti che facciano bene al Paese, va bene con chiunque".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS

Le 5 criticità della Manovra

Non si può nascondere che la maggioranza sia un po’ in affanno e che la corsa verso la redazione e...
Le ambulanze della
TESTIMONIANZA

Nadia Toffa, la morte non ha l'ultima parola

Fondazioni, premi, ambulanze: quando l'impegno sociale diventa memoria condivisa
SOLIDARIETÀ

Roma-Robe, il ponte della misericordia

Presepe solidale della Comunità Missionaria di Villaregia in aiuto dell'Etiopia
EXPORT

Record storico: spumante supera champagne

Mai tante bollicine italiane esportate nel mondo (+ 9%). Ora la battaglia è sulle etichette Ue
Una foto del luogo dell'incidente in provincia di Venezia - Foto © Vigili del Fuoco / Ansa
ALLARME SOCIALE

Sempre più giovani vittime del sabato sera

Asaps: "In due mesi, morti in cinquanta". E c'è chi parla di strage
Igor Mitoraj, Cristo risorto, Basilica di Santa Maria degli Angeli, Roma

In Cristo, nasciamo uomini nuovi

"Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?" chiedono a Gesù i discepoli di Giovanni...
Imprese
IMPRESE

Il Lazio è la prima regione per crescita delle esportazioni

Il settore farmaceutico traina l'exoport nel terzo trimestre del 2019. Gli investimenti nella formazione e la sfida della...
Una sardina ai piedi della Basilica romana
LA MANIFESTAZIONE

Le Sardine conquistano Roma

Trentacinquemila persone, San Giovanni è invasa: "Abbiamo raggiunto l'obiettivo"
BRESCIA

Due ciclisti travolti e uccisi da un'auto

Nel milanese lo scontro tra una Opel e un autobus ha provocato tre feriti
I famosi
BARI

Traffico di falsi di Nino Caffè: 43 a giudizio

Sequestrate 21 opere attribuite falsamente al maestro e poi vendute come originali in internet
Papa Francesco
UDIENZA

Il Papa alle ausiliari diocesane: "In voi il dono della dedizione"

Il Santo Padre riceve le collaboratrici apostoliche di Padova e Treviso
La I° edizione del Premio
APPUNTAMENTI IN CALENDARIO

Premi e rassegne del Natale solidale

Dal progetto etico "Con il sole sul viso" ai Comuni che per le feste natalizie puntano sul volontariato: l'impegno...