LUNEDÌ 27 MAGGIO 2019, 14:19, IN TERRIS

EUROPEE

Di Maio: "Per noi le elezioni sono andate male"

Il leader del M5s ha analizzato il voto e ribadito gli obiettivi del governo

GIUSEPPE CHINA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
"V

oglio iniziare ringraziando i quattro milioni e mezzo di italiani che ci hanno votato, ma anche i connazionali che non ci hanno votato perché da loro impariamo. Per noi le elezioni europee sono andate male, prendiamo una grande lezione". Sono le prime parole del leader del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio nella conferenza stampa, convocata dallo stesso ministro del Lavoro e delle Poltiche Sociali. Che dopo una pausa aggiunge: "Impariamo e non molliamo: come forza politica ripeto che stiamo facendo una maratona e non i cento metri". Metafora sportiva utilizzata spesso dal capo politico di uno dei due partiti di governo. 


Nessuna sottovalutazione

Una parziale giustificazione per Di Maio è rappresentata dal fatto che "il nostro elettorato non è andato a votare". Però: "Non vogliamo minimizzare questo risultato: tante delle persone che non ci hanno scelto aspettano delle risposte". Il vicepremier assicura che manterrà gli impegni assunti con gli italiani. "C'è da fare il salario minimo, il provvedimento per le famiglie che fanno figli e l'abbattimento delle tasse. Ho sentito il premier Conte e abbiamo deciso di convocare il prima possibile un vertice di governo". E ancora: "Il voto è un'opportunità per ascoltare cosa chiedono i cittadini. Il movimento mai come adesso ha bisogno della forza di tutti, deve riorganizzarsi soprattuto nei territori. Serve un'organizzazione che tuteli maggiormente la nostra identità". Dunque dalle parole del leader del M5s emerge una mancanza di collegamento con la base dell'elettorato.


Dal punto di vista del governo

Poi Di Maio ha spiegato ai cronisti presenti le conseguenze del voto sul piano dell'esecutivo: "Come forza politica di governo non possiamo accettare cose fuori dal contratto". Cosa cambia nei rapporti di forza tra i due alleti? "Saremo sempre argine a quello che non ci va bene, perché il contratto è il nostro principale alleato di governo". Infine si passa alla più recente attualità: "Dopo questa conferenza andrò al tavolo per la vicenda della Mercatone Uno. La Tav? E' un dossier nelle mani di Conte che lo sta seguendo da oltre un mese". Non potevano mancare le domande sulla questione delle autonomie. "Se si deve andare avanti con le autonomie non si può fare a discapito delle regioni più povere e con i peggiori servizi". A chi gli chiede delle dianamiche interne al movimento post voto, Di Maio replica: "Oggi ho sentito tutti coloro che rappresentano le anime del M5S, Grillo, Casaleggio, Di Battista e Fico. Nessuno ha chiesto le mie dimissioni".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Azienda di moda
CATEGORIE

Uno, nessuno, centomila talenti

Da nord a sud le iniziative di promozione dei settori e delle competenze made in Italy. Il ruolo della Camera di Commercio di...
Un frame del video
RAGAZZINE VIOLENTE

Casoria: Baby Gang al femminile picchia amichetta

Il video dell'aggressione di gruppo ha sollevato un caso ed è diventato virale
Capodanno cinese a Roma in una passata edizione
VIRUS CINA

Oms: "In Vietnam primo caso di contagio non importato"

Salito a 56 il bilancio delle vittime. Annullati festeggiamenti del Capodanno a Milano e Roma
Affluenza alle urne
REGIONALI

Affluenza in crescita alle urne

Rispetto all'ultima tornata, le elezioni richiamano al voto il doppio delle persone in Emilia-Romagna. Forte aumento anche in...
Il materiale sequestrato
TORINO

Clan favoriva l'immigrazione di islamici radicali

Il gruppo aveva come leader un tunisino 40enne, rimpatriato
Papa Francesco e Padre Gonzalo Aemilius
NOMINA IN VATICANO

Un prete di strada accanto a Francesco

Padre Gonzalo Aemilius, del clero di Montevideo, è il nuovo segretario personale del Papa
Papa Francesco all'Angelus
ANGELUS

"Fidiamoci della parola di Cristo che cambia il mondo e i cuori"

Nei saluti, il Papa ha ricordato l'anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau
Film Festival
CINEMA

Festival "Italia in the World": lunedì la presentazione

Promossa da Italiani nel mondo, la IV edizione è dedicata all'Australia
La scheda elettorale per le Regionali con i candidati dell'Emilia Romagna
GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Regionali in Emilia-Romagna e Calabria: 5 mln al voto

Scontro tra Bonaccini (Pd) e Borgonzoni (Lega) e, al Sud, tra Santelli (centro destra) e Callipo (Pd)
Il luogo del delitto
OMICIDIO AL NUOVO SALARIO

Roma, 43enne ucciso con colpi di pistola alla testa

Era in permesso premio. Gli investigatori ipotizzano una faida tra clan
PALERMO

Giorgia, il lato bello della lotta

Presidente di Mete Onlus, si batte da sempre per i diritti dei più deboli. Il cancro? L'obiettivo è la Vita

Aprirci all'infinito come il mare

Abitare vicino al mare. È una prospettiva bella: il contatto con l’infinità manifestata nella...
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MARIAPOLI - CADINE

Mattarella: "Chiara Lubich un grande segno di speranza nell'abisso della guerra"

Il presidente della Repubblica alle celebrazioni per il centenario della nascita della fondatrice del Movimento dei focolari
Il presidente cinese Xi Jinping
VIRUS CINA

L'allarme di Xi: "Situazione grave, l'epidemia accelera"

Nel frattempo in Cina è iniziata la costruzione di due nuovi ospedali per la cura di pazienti infetti da coronavirus