MERCOLEDÌ 21 AGOSTO 2019, 20:06, IN TERRIS


MANOVRE POLITICHE

Crisi, primo giro di Consultazioni al Quirinale

Iniziate le salite al Colle: i presidenti delle Camere a colloquio con Mattarella, poi Autonomie, Misto e LeU

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Sergio Mattarella e Maria Elisabetta Alberti Casellati
Sergio Mattarella e Maria Elisabetta Alberti Casellati
P

untuale, alle ore 16, la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, si presenta alle porte del Quirinale per il primo giro di consultazioni con il Presidente della Repubblica, a 24 ore esatte dal discorso di commiato del premier Conte e dalla cessazione dell'esperienza di governo gialloverde. Quindici minuti di colloquio, un confronto breve ma come del resto sono brevi i tempi concessi dalla crisi, talmente contingentati da allontanare la possibilità di eventuali incarichi esplorativi (che pure erano stati ipotizzati). Il capo di Palazzo Madama ha immediatamente lasciato il Quirinale dopo l'incontro con il Capo dello Stato che, successivamente, si è intrattenuto con il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, arrivato al Colle con qualche minuto di anticipo. Proprio il capo di Montecitorio, nelle scorse ore, era stato accostato alla possibilità di essere la persona indicata ad assumere le redini di un mandato esplorativo. Anche Fico, terminati i colloqui, ha lasciato il palazzo del Quirinale senza rilasciare dichiarazioni.


Autonomie: "Sì a un Conte bis"

"Il presidente Conte ha fatto una figura bellissima - ha detto la senatrice della Svp Julia Unterberger - da parte nostra non ci sarebbe nessun problema su un Conte bis, e poi è neutrale. Secondo noi sarebbe un peccato non utilizzare questo modo diverso di far politica rispetto a quei politici che gridano sui social. Conte è diverso, tranquillo, elegante". La Unterbergere e il vice Albert Laniece hanno comunque espresso la loro disponibilità a sostenere un governo con maggioranza incentrata su M5s e Pd a condizione che abbia "una forte impronta europeista"


Il gruppo Misto del Senato vuole un governo politico

No a un governo di transizione e di breve durata. E' quello che afferma alla fine delle consultazioni con il presidente Mattarella il gruppo misto del Senato, concordando che sarebbe "pericoloso precipitare il Paese" alle urne e auspicando la nascita di un governo politico. Insieme allla presidente del gruppo Misto, Loredana de Petris ai colloqui erano presenti Piero Grasso, Emma Bonino e Riccardo Nencini. Secondo de Petris le urne anticipate porrebbero "un problema anche di natura democratica. Riteniamo l'idea di un voto precipitoso pericoloso per il Paese", ha aggiunto mentre Emma Bonino ha sottolineato che riuscirebbero a presentare liste solo i cinque partiti esenti da raccolta firme, ossia il Movimento 5 Stelle, Pd, Lega, Fi e Fdi. "Serve un governo di totale alternativa politica e programmatica rispetto a quello finora visto - ha aggiunto la Bonino - sarebbe controproducente un governo breve e solo elettorale. Il governo avrà il compito di fare ma anche disfare, mi riferisco al decreto sicurezza bis, alla questione migranti, allo sperpero di fondi pubblici: un autorevole governo del fare e disfare". 


Leu: disponibili a un governo di svolta

"Noi siamo indisponibili a soluzione tampone per evitare il voto. Al presidente Mattarella abbiamo confermato che siamo piuttosto disponibili a dare un contributo per verificare le condizioni per un governo politico in grado di affrontare le questioni importanti del Paese. Un governo politico di svolta, che ponga al centro il lavoro, la lotta alla precarietà, alle disuguaglianze economiche, la lotta all'evasione e alle mafie, l'universalità del diritto alla cura, una grande riconversione ecologica della società", è quanto ha detto il capogruppo di Leu alla Camera, Federico Fornaro, dopo le consultazioni con il presidente della Repubblica. Per Fornaro occorre un "governo di svolta che contrasti il tentativo di riportare indietro le lancette del tempo sui diritti e sule conquiste delle donne". 

In aggiornamento

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un robot in esposizione alla fiera di Roma - Foto © Maker Faire Rome
NUOVE FRONTIERE

Idee per le aziende 4.0

In fiera a Roma l'innovazione tecnologica che cambia l’economia
Migranti al porto
MIGRANTI

In Ottobre sbarcate in Italia 762 persone

Viminale: da inizio anno sono 8.395 i migranti giunti sulle nostre coste
Bimbo davanti al pc
FIRENZE

Un "patentino digitale" contro i pericoli del web

Pensato per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado e i loro familiari
Carabinieri
CAMPANIA

Camorra: 23 arresti ad Avellino

Smantellato il clan Partenio, l'operazione ha visto impegnati 250 militari dell'Arma
Bambino indigeno
SINODO AMAZZONIA

Focsiv, incontro a Roma con i leader dei popoli indigeni

"Difendere l’Amazzonia è difendere il diritto allo sviluppo umano integrale"

A quando l'Europa leader mondiale!

Dopo gli attacchi sferrati in questi ultimi anni contro la Unione Europea da parte degli euroscettici quando non da...
Le scarpe rosse, simbolo della protesta contro i maltrattamenti sulle donne
VIOLENZA SULLE DONNE

Lei lo vuole lasciare, lui la picchia a sangue

Massacra di botte la compagna, arrestato un moldavo nel Ferrarese. Boom di casi sommersi
Hevrin Khalaf, l'attivista siriana uccisa in un agguato nel nord-est della Siria
VICINO ORIENTE

Siria, uccisa l'attivista Khalaf

Morto anche un giornalista non lontano dal fronte. Si teme un ritorno dell'Isis
Un momento delle proteste degli ultimi giorni per le strade di Quito - Foto © AFP
AMERICA LATINA

Ecuador, i giorni degli scontri

Clima di guerra nelle strade di Quito. Si cerca la via del dialogo fra il presidente Moreno e i leader indigeni
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte - Foto © AFP
POLITICA

Zanda (Pd): "Il premier chiarisca sul Russiagate"

In attesa della sua audizione al Copasir, nella maggioranza si chiede a Giuseppe Conte di "rassicurare l'opinione...
Foto di repertorio - Foto © Corriere Etneo
LA TRAGEDIA

Incidente stradale, morti quattro giovani

L'auto si schianta contro un guardrail nel Catanese. Il gruppo ritornava da una serata in discoteca
EMERGENZE DIMENTICATE

Senza sicurezza lavorare uccide

Nella 69° Giornata per le vittime del lavoro, manifestazioni e convegni per fermare la “strage silenziosa”