GIOVEDÌ 10 OTTOBRE 2019, 003:40, IN TERRIS


POLITICA

La farsa del taglio dei parlamentari

Numeri e difetti di una misura che presenta molte lacune

LUCA LIPPI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il tabellone coi numeri dell'approvazione
Il tabellone coi numeri dell'approvazione
I

l taglio dei parlamentari ha voluto solamente assecondare gli umori della gente che detesta la casta. Il problema della spesa pubblica in Italia riguarda le 500 mila persone che vivono di politica in questo Paese, tra consulenti e portaborse, non è certo il taglio di 345 poltrone a risolvere i problemi. Piuttosto, quanto costerà nel medio termine avere la democrazia? I pentastellati hanno individuato, come fanno spesso, uno dei problemi veri del nostro Paese, tuttavia con altrettanta precisione hanno risposto producendo un effetto insignificante, addirittura errato.


Una forma di difesa

Le riforme costituzionali dovrebbero essere provvedimenti da assumere in momenti di rappresentanza politica parlamentare molto alta, dove le professionalità dei parlamentari corrispondono a competenze assai elevate e adeguate al compito che devono ottemperare. Il parlamento degli ultimi dieci anni è un parlamento di analfabeti costituzionali (nella quasi totalità). Il messaggio che passa col taglio delle poltrone alle Camere è che il Parlamento e i parlamentari servono a nulla. Il risparmio è una motivazione del tutto esiziale, corrisponde al deficit di una media Asl mal gestita. Il Parlamento e i suoi eletti sono l’unica forma di difesa nei confronti dei poteri forti. I suoi eletti servono a tutelare la parte più debole delle comunità del nostro Paese. Il popolo, godendo di rappresentanti collegati alle realtà del territorio, ha la forza (nella sua rappresentanza parlamentare) di contrapporsi anche a grandi aziende multinazionali contro le quali il singolo cittadino non potrebbe nulla. Questo è il significato del Parlamento, una garanzia di democrazia, il costo diventa un aspetto secondario. Regioni come la Basilicata rischiano di non essere rappresentate istituzionalmente nei palazzi del governo centrale. Il taglio risulta un atto malinconico. Il disinteresse per la rappresentanza di alcune Regioni è il risultato di un ricatto populista nella sua accezione negativa. Un voto palese che se fosse stato segreto avrebbe fatto emergere l’esatto contrario del risultato processato. Il ricatto è nelle corde di un popolo vendicativo rappresentato da un manipolo di non eletti che se ci fossero state nuove elezioni oggi godrebbero della metà (anche meno) dei seggi in Parlamento.


I numeri

Nessuno è stato disposto ad assumersi pubblicamente la responsabilità di opporsi a un taglio di rappresentanza, non ha alcun senso se non quella di evitare la rappresaglia alle prossime elezioni di un popolo non in grado di comprendere l’inutilità economica e il danno democratico. In conclusione, è utile ricordare con i numeri la sciaguratezza di una scelta priva di ogni logica politica. Quanto si risparmia davvero col taglio dei parlamentari? Al momento il rapporto tra parlamentari eletti e abitanti in Italia è di 1 eletto ogni 64mila persone. Nella prossima legislatura il rapporto sarà di un eletto ogni 101mila persone. L'Italia è il secondo Paese Ue con il maggior numero di eletti, ma l'incidenza è tra le più basse del continente. Secondo l'Osservatorio dei Conti Pubblici "il risparmio netto complessivo sarebbe pari a 57 milioni l'anno e 285 milioni a legislatura, una cifra significativamente più bassa di quella enfatizzata dai sostenitori della riforma e pari appena allo 0,007% della spesa pubblica italiana". L’osservatorio dei Conti Pubblici sottolinea altresì: "per dare un ordine di grandezza, anche arrotondando a 100 milioni i risparmi che si avrebbero ogni anno con il taglio dei parlamentari, questa cifra rappresenta lo 0,005% scarso del debito pubblico italiano e un seicentesimo scarso di quanto spende l’Italia ogni anno di soli interessi su tale debito pubblico". Si può essere populisti senza necessariamente prendere in giro le persone e soprattutto senza avventurarsi in riforme costituzionali affidandosi ai proclami invece che al diritto costituzionale.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca