SABATO 27 OTTOBRE 2018, 00:02, IN TERRIS

Eutanasia: insorgere contro un’approvazione possibile

MIRKO DE CARLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Marco Cappato
Marco Cappato
L

a sentenza pronunciata dalla Consulta sul caso di Marco Cappato interroga il Paese; di fatto la Corte ha preferito “lavarsi le mani” non esprimendo una sentenza precisa, non applicando la legge esistente nel nostro Paese che prevede la condanna, con pena detentiva, per “coloro che favoriscono il suicidio assistito”. Quanto avvenuto, ricordiamo tutti del caso di Dj Fabo, accompagnato dallo stesso Cappato in una clinica svizzera per porre fine alla sua vita con una puntura di Pentobarbital. La Corte ha deciso di “prendersi” un anno di tempo, fino al 24 settembre 2019 per poter far completare al parlamento - già anticipata con il testamento biologico - una legislazione in materia di eutanasia. Una risposta immediata di esultanza, quasi da “cori da stadio”, di quei partiti a favore di questa cultura della morte. Ricordiamo che il presidente della Camera, Roberto Fico, prontamente ha dichiarato, con soddisfazione, di inserire tra le priorità delle attività parlamentari anche una buona legge in materia di eutanasia.

Io credo che l'unica “risposta” che la Corte doveva esprimere avrebbe dovuto riguardare la condanna per Cappato e far riconoscere quel primato del Diritto naturale sul Diritto positivo, secondo cui la “vita va difesa dal suo naturale concepimento fino a morte naturale”, non favorendo e contrastando qualsiasi forma di accanimento terapeutico. Questo purtroppo non è avvenuto, si è voluta favorire una strategia diversa che troviamo anche nelle iniziative dei Radicali, nello specifico una raccolta firme di iniziativa popolare a favore dell’eutanasia. Naturalmente, la Corte ha voluto concedere questo tempo soprattutto per permettere al Partito di raccogliere 50mila firme previste dalla Costituzione, per poter presentare una proposta di legge in tal senso e poi trovare i numeri, che sono già presenti, per farla votare ed approvare. Già oggi, se diamo un'occhiata in Parlamento, troviamo il M5s favorevole, un Partito Democratico per la stragrande maggioranza favorevole, compresa gran parte di Forza Italia e buona parte della Lega che si è espressa sulla libertà di scelta, come il presidente della Regione Veneto Zaia e, dall’altra parte, anche qualche componente di Fratelli d’Italia sarebbe a favore, quindi ci sarebbero assolutamente i numeri.

In questo modo, quindi, si introdurrebbe una legislazione sul caso e la Corte, non condannerebbe più Marco Cappato per aver favorito il suicidio assistito del dj. Purtroppo in questo Paese si usano sempre leve tutt'altro che democratiche, tutt'altro che rispettose della legislazione italiana esistente, per arrivare a realizzare leggi che vanno contro la difesa della persona e della vita. Noi come Popolo della Famiglia abbiamo presentato un'istanza di contestazione “forte” in risposta a questa scelta della Corte ed anche verso la proposta di iniziativa popolare del Movimento Radicale. Saremo pronti a scendere in Piazza ad esprimere il deciso “NO” di migliaia di famiglie italiane che chiedono che non venga modificata la legge attualmente in vigore e, contestualmente, chiedono di fare leggi che tutelino la vita e la persona dal suo naturale concepimento alla sua morte naturale, contrastando con ogni forza e ogni strumento l'accanimento terapeutico. L'eutanasia rappresenta l'ennesimo esempio di quella cultura di morte, e mi viene alla mente San Giovanni Paolo II quando, a fine anni ‘80 durante un suo viaggio apostolico in Austria, pronunciò parole dure su come la “deriva finale ed ultima di un'Europa che rinnegando sé stessa non fa altro che autodistruggersi”.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo
Dia
'NDRANGHETA

Decapitati i vertici di due cosche di Cosenza

Arrestato, in Francia, Domenico Stanganelli: era latitante dal 2014
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Bruxelles - Foto © Afp
IL PUNTO

Mutamenti parlamentari

Tre senatori del Movimento Cinque Stelle passano alla Lega, botta e risposta Salvini-Di Maio
Un senza tetto dorme alla stazione
ROMA EST

Firmato accordo tra Inps e Comunità di Sant’Egidio

Al via un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base alle fasce deboli
Neve in città
MALTEMPO

Allerta neve nel Nord Italia

Al Centro farà la sua comparsa sull'Appennino sopra i 1400 metri
Un sacerdote in ospedale
FEDE

Siglato il Manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita

Rappresenta un importante traguardo del dialogo interreligioso in ambito sanitario
Ugo Grassi

Quando l'eletto è sganciato dall'elettore

Dichiarazioni al vetriolo quelle rilasciate da Luigi Di Maio per l’approdo del Senatore Ugo Grassi alla Lega,...
Boris Johnson raggiunge la maggioranza assoluta
ELEZIONI

Trionfa Johnson: Regno Unito verso la Brexit

Tracollo dei laburisti, al premier la maggioranza assoluta: cosa succede ora
Sergio Mattarella a Palazzo Marino con il sindaco di Milano, Beppe Sala
L'ANNIVERSARIO

Piazza Fontana, Mattarella: "Uno strappo lacerante"

Milano ricorda la strage del 1969. Il Capo dello Stato incontra le vedove Pinelli e Calabresi: "Attività depistatoria...
MANOVRA

Atlete professioniste, Christillin: "Punto di partenza, le cose stanno cambiando"

A Interris.it, la prima Consigliera europea della Fifa: "Ora sta alle singole federazioni aderire"
DEVOZIONE MARIANA

L'omaggio di Francesco alla Morenita

Oggi alle 18 il Papa celebra la Messa nella basilica di San Pietro per la festa della Beata Vergine Maria di Guadalupe. Domani il...