LUNEDÌ 12 FEBBRAIO 2018, 12:42, IN TERRIS

ELEZIONI

L'appello di don Buonaiuto: "Urgente un Ministero per la Pace"

L'intervento del sacerdote ad "Agorà" per parlare del clima di violenza nel Paese

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Don Aldo Buonaiuto
Don Aldo Buonaiuto
R

ancore, rabbia, violenza. Le cronache, soprattutto quelle delle ultime settimane, ci consegnano un’Italia che sembra essere preda dei più feroci istinti su tutti i fronti, anche nel modo di parlare e di porci. È quanto mai necessario, allora, avviare un lavoro culturale che sappia fare da argine a questa disperazione.

È ciò che ha sottolineato don Aldo Buonaiuto, direttore di In Terris, che durante la trasmissione di RaiTre “Agorà” andata in onda stamattina, ha presentato la campagna dell’Associazione Comunità Giovanni XXIII per l’istituzione di un Ministero per la Pace in Italia, antidoto a una cultura e a una politica di violenza.

Il sacerdote ha offerto una fotografia dell’Italia di questi giorni, vista sotto la lente dei fatti di Macerata. “Siamo di fronte a un Paese smarrito - ha detto -, che ha perso senso valoriale, vittima di un degrado culturale e sociale”. Don Buonaiuto ha stigmatizzato le strumentalizzazioni giunte da più parti ai fatti tragici avvenuti nel centro marchigiano, rilevando che “non bisognerebbe dividersi su certi temi, la criminalità va sempre combattuta”. Così come bisogna essere uniti - ha aggiunto - “nell’esprimere solidarietà verso quel carabiniere che è stato pestato a Piacenza”.

L’invito del “prete di strada” è rivolto anzitutto ai parlamentari, affinché non favoriscano “gli scontri”, ma aiutino ad “abbassare i toni” perché “loro devono essere i primi responsabili”. È in questo senso che si inserisce la proposta di creare un Ministero per la Pace. “Sarebbe un importante tassello per promuovere una cultura della nonviolenza, di cui abbiamo fortemente bisogno”, ha detto.

Del resto il ministero - come si legge sul sito - tra i suoi sei punti presenta quello di promuovere politiche di Pace “attraverso l’educazione e la ricerca, la promozione dei diritti umani, lo sviluppo e la solidarietà”. Il punto di partenza deve essere quindi il disarmo, con una “graduale razionalizzazione e riduzione delle spese per armamenti”.

La Campagna chiede poi la promozione di Corpi Civili di Pace al Servizio Civile quali “strumenti di intervento nonviolento della società civile nelle situazioni di conflitto”. Ma la violenza va anche prevenuta con la “promozione di linguaggi e comportamenti liberi dall’odio”, che va attuata mediante la “qualificazione delle politiche di istruzione”.

Come sesto punto, la campagna propone di promuovere “misure concrete di ‘riparazione’ alla società del danno commesso dal reo”. Come ha detto don Buonaiuto, la campagna nasce su impulso del fondatore dell’Apg23, don Oreste Benzi, che già vent’anni fa osservava: “Da quando l'uomo esiste ha sempre organizzato la guerra. E' arrivata l'ora di organizzare la pace”.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ARTE

Ritratto di signora di Klimt è autentico

La conferma dell'autenticità del quadro arriva dai periti a poche settimane dal ritrovamento nello stesso luogo dove...
Deborah Dugan
MUSICA

Caos Grammy: silurata la prima presidente donna

A pochi mesi dalla sua nomina, Deborah Dugan è stata rimossa dal suo incarico e c'è chi parla di un vero e...
Il Politeama di Catanzaro
CALABRIA

Catanzaro, Arlia e Mogol inaugurano la stagione sinfonica

Il celebre direttore d'orchestra e il grande autore aprono l'annata del Politeama, con un incontro fra musica classica e...
Tribunale di Milano
IL CASO

Condannato per l'omicidio del suocero: “Abusava di mia figlia”

A quasi un anno dal fatto, arriva la sentenza di condanna: 20 anni a chi ha sparato, 18 al complice
Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov
MOSCA

Lavrov: "Non è l'Italia ad aver fatto errori nella crisi libica"

Il ministro degli Esteri russo incontrerà di Maio a Berlino il prossimo 19 gennaio
Il luogo dell'incidente
REGGIO EMILIA

Operaio cade in una cisterna e muore

L'incidente è accaduto ieri notte presso la Cantina sociale di Massenzatico
Il taser
ARMI

Il taser entra nelle dotazioni delle forze dell'ordine

Oggi l'ok dal Consiglio dei ministri. Sarà utilizzato da polizia, carabinieri e guardia di finanza
L'epicentro del sisma
CALABRIA

Albi trema: terremoto 4.0 vicino Catanzaro

Due scosse nella notte anche in Sicilia, tra Enna e Messina
La firma dell'accordo commerciale Usa-Cina

Il costo dell'irrilevanza

Dopo fulmini e tuoni durati mesi e mesi, ecco che arriva l’intesa commerciale tra Cina ed Usa. Lo hanno siglato...
Il premier Conte e il presidente algerino Tebboune
NORD AFRICA

Conte ad Algeri, sforzi congiunti per la stabilità libica

Il premier fa visita a Tebboune: "E' il momento del dialogo e del confronto"
Un momento della manifestazione

Si può credere in una Foggia diversa

Dobbiamo diventare portavoce attivi dei bisogni del territorio. Ce lo impongono il momento e le emergenze di una...
Parma-Roma 0-2. Florenzi e Pellegrini festeggiano dopo una rete - Foto © Twitter
CALCIO

Coppa Italia, ecco il quadro dei quarti

Col successo della Roma a Parma (0-2) si completa il tabellone: ai giallorossi tocca la Juventus