Dante sulla via Francigena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:09

La Via Francigena è l’itinerario storico che dal nord dell’Europa portava a Roma. Dante Alighieri, allontanandosi dalla sua Firenze dalla quale era stato esiliato, rimase talmente impressionato dalla visione della cinta muraria di Monteriggioni da creare la famosa similitudine tra le torri della cittadina ed i giganti incatenati attorno alla voragine di Malebolge. 

La valorizzazione

Il supporto della Regione Toscana alla valorizzazione della Via Francigena è stato ribadito da Stefano Ciuoffo, assessore al turismo della Regione Toscana, che ha sottolineato come Monteriggioni (comune in provincia di Siena) sia una tappa centrale e importante per la promozione dell'antico cammino di pellegrinaggio e ha annunciato anche l'arrivo di nuove risorse dal governo per compiere nuove progettazioni su tutta la Via Francigena toscana. L'importanza del Forum annuale organizzato a Monteriggioni è stata ricordata anche da Massimo Tedeschi, presidente dell'Associazione Europea Vie Francigene, che ha ricordato il ruolo di capofila della Regione Toscana, modello sul proprio territorio e anche per altre realtà, e l'impegno di Comuni e regioni soci dell'associazione e protagonisti del grande fenomeno culturale della Via Francigena, risorsa in crescita anche grazie al percorso di candidatura Unesco. Il Forum come momento di riflessione, ma anche operativo, è stato oggetto anche dell'intervento di Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale della Regione Toscana che ha ricordato come la Via Francigena non sia solo un percorso ma anche un profondo valore culturale e sociale. Nel suo contributo al Forum, Giani ha annunciato, per il 2021, la volontà di promuovere alcune iniziative dedicate al 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, “uomo della Francigena per eccellenza ed errante che cammina in una terra non sua approfondendo la riflessione sulla condizione umana”.

Le iniziative

Le iniziative potranno legarsi ad un confronto sul tema della Via Francigena e dell'identità toscana, rafforzando l'impegno per la candidatura Unesco. A margine del Forum, il sindaco di Monteriggioni, Andrea Frosini, e l'assessore alla cultura, Marco Valenti, hanno consegnato il Premio Sigerico – dedicato dall'amministrazione comunale a chi si distingue per la valorizzazione della Via Francigena – a Giovanni Corrieri, definendolo, nella motivazione, “infaticabile e appassionato camminatore, profondo conoscitore della Via Francigena e delle sue problematiche e con una lunga esperienza a contatto diretto con i pellegrini con le strutture di accoglienza, che lo rende un punto di riferimento anche per il Comune di Monteriggioni”. L'’immagine poetica di dante Alighieri è la sola testimonianza d’età medievale che si conosca, e che stima l’altezza delle mura del castello di Monteriggioni intorno ai 10 metri con un uguale sviluppo in sopraelevazione delle torri. Il castello di Monteriggioni, quasi intatto dal 1200, è tra i borghi medievali più affascinanti d'Europa. Risparmiato da guerre antiche e moderne, baluardo inespugnabile nel passato e splendore storico nel presente, cantato da Dante, il borgo rimane, con i suoi 560 metri di mura e le sue 14 torri, uno dei posti più affascinanti della Toscana. La corona formata dalle sue torri e mura era la stessa, rappresentata nelle vecchie 100 lire, che cingeva la testa dell’Italia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.