Il giorno in cui Valentina Vezzali passò alla storia del fioretto

Pechino 2008: Valentina Vezzali è medaglia d’oro per la terza volta consecutiva conquistando il gradino più alto del podio olimpico nel fioretto individuale ed entra nella leggenda di questo sport.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:41
Valentina Vezzali

Sono passati 12 anni dai Giochi della XXIX Olimpiade. Quell’anno dopo la vittoria in semifinale contro la connazionale Margherita Granbassi con il punteggio di 15 a 3, Valentina Vezzali ottiene l’oro battendo 6-5 nella finale di fioretto individuale la coreana (mancina) Nam Hyun-Hee che ad una manciata di secondi dalla fine era in vantaggio per 5 a 4. Ma la classe della “poliziotta con il fioretto” è cristallina e la porta subito al pareggio. A quattro secondi dalla fine arriva il capolavoro di Valentina. Prima l’affondo e poi, trovata la stoccata vincente, con quel punto che la porta sul 6 a 5.

Valentina Vezzali

 

Un oro tutto italiano

Nella storia italiana del fioretto è diventata l’unica atleta ad aver vinto tre medaglie d’oro consecutive nella stessa disciplina alle Olimpiadi. Vince il bronzo a squadre, sempre nel fioretto, insieme con il dream team composto da Margherita Granbassi, Giovanna Trillini e Ilaria Salvatori.

©Darioostia2

Un giorno indimenticabile

La vittoria di Pechino 2008, però, rappresenta una conquista particolarmente importante anche da un punto di vista pubblico: infatti, con una telefonata in diretta durante le fasi della cerimonia di premiazione, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è complimentato con Valentina Vezzali a nome di tutti gli italiani per il terzo oro consecutivo conquistato.

La stessa Valentina della sua vittoria dirà “E’ difficile vincere una volta ma avere addosso la responsabilità di doversi riconfermare, era tutto così vicino ma tutto così lontano. Io faccio scherma per passione, amo tantissimo questo sport e mi ha regalato tantissimo, e se oggi sono qui è grazie a tutti i sacrifici che ho fatto, alla mia famiglia, tutto lo staff tecnico…non voglio dimenticarmi nessuno: questa è una vittoria di squadra, sul podio ci sono io ma ci sono tutte persone”.

Anche il capo della Polizia, Antonio Manganelli, si confratulò subitp con l’atleta delle Fiamme Oro per la vittoria della medaglia d’oro. La Vezzali, assistente capo della Polizia di Stato, è entrata nel ’99 nel gruppo sportivo Fiamme Oro e da quel momento è diventata “la poliziotta con il fioretto”.

Valentina Vezzali

 

La vita di Valentina Vezzali

Nata a Jesi da famiglia reggiana, Maria Valentina Vezzali inizia a praticare la scherma nel 1980, presso il Club Scherma Jesi. A 15 anni inizia a mietere i primi successi nel Campionato Mondiale Cadette (vincerà tre titoli iridati consecutivi).

Dal 1999 è in forza al gruppo sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato ed è la prima schermitrice al mondo ad essersi aggiudicata tre medaglie d’oro olimpiche individuali in tre consecutive edizioni, più altri tre ori olimpici nelle gare a squadre. Ha vinto un argento e 2 bronzi alle olimpiadi, è stata vincitrice di sei titoli mondiali e di cinque titoli europei individuali.

In carriera ha vinto 11 volte la Coppa del mondo e 14 volte il titolo nazionale assoluto individuale, a cui si aggiungono i 12 conquistati a squadre. Di lei si può certo dire che è l’azzurra più medagliata di tutti i tempi ed è, secondo molti degli addetti ai lavori, la più grande schermitrice di tutti i tempi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.