Usa: Biden ha scelto il capo dello staff, sarà Ron Klain

La prima scelta del presidente-eletto privilegia l'esperienza e la competenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:41
Ron Klain

Joe Biden ha scelto il capo del suo staff. Sarà Ron Klain e lo riporta il Washington Post citando alcune fonti, secondo le quali Klain ha accettato l’incarico. Klain è la prima scelta di Biden, che dimostra così di privilegiare l’esperienza e la competenza nelle sue decisioni.

Chi è Ron Klain

É stato consigliere di presidenti e vicepresidenti democratici. É stato anche consigliere di Biden negli anni ’80, quando il presidente-eletto era a capo della commissione Giustizia della Camera. “Ron è stato preziosissimo durante gli anni che abbiamo lavorato insieme, incluso quando abbiamo salvato l’economia americana nel 2009 da una delle peggiori recessioni della storia” ha affermato Joe Biden. “La sua profonda e variegata esperienza e la sua capacità di lavorare con gli altri nell’ambito di tutto lo spettro politico è precisamente quello di cui ho bisogno nel capo dello staff della Casa Bianca”, aggiunge il presidente-eletto. Klain da parte sua si dice “onorato di poter servire il presidente-eletto Biden”.

Trump non riconosce l’elezione di Biden

Donald Trump intanto continua a non riconoscere ancora la sconfitta nelle elezioni Usa e twitta “vinceremo”, confidando nei ricorsi. Il Dipartimento di Stato americano non sta consentendo a Joe Biden di accedere ai messaggi dei leader stranieri giunti al ministero. Lo riporta Cnn citando alcune fonti, secondo le quali per tradizione il Dipartimento di Stato facilita le comunicazioni con il presidente-eletto. Ma il fatto che il presidente in carica Donald Trump non abbia ancora accettato la vittoria di Biden fa sì che i messaggi non siano stati ricevuti dal presidente-eletto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.