Usa 2020, Joe Biden si aggiudica la nomination dem

La moglie Jill: "Abbiamo bisogno di una leadership che vale quanto questo Paese".

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:39

Grazie, grazie a tutti. Ci vediamo giovedì“. Con queste parole, e anche con un po’ di emozione, un sorridente Joe Biden, con accanto la moglie Jill, ha ringraziato per la nomination democratica per la Casa Bianca.

“Significa tutto per me e la mia famiglia, ci vediamo giovedì” ha aggiunto Biden che insieme alla moglie è apparso in una stanza piena di libri ma anche di palloncini blu, bianchi e rossi, i colori della bandiera americana. “E’ l’onore della mia vita accettare la nomination del partito democratico per la presidenza degli Stati Uniti d’America”, ha twittato in seguito.

Le congratulazioni di Obama

E non tardano ad arrivare i messaggi di congratulazioni per Joe Biden. A scrivergli, affidando le sue parole a Twitter, è Barack Obama: “Congratulazioni, Joe, sono orgoglioso di te”.

Le dichiarazioni di Jill Biden

Un sostegno appassionato e senza limiti arriva anche da Jill, moglie di Joe Biden, che è intervenuta alla convention democratica parlando da un’aula di una scuola deserta. “L’amore ci rende resilienti e ci consente di diventare meglio di quello che siamo da soli”, ha detto, per poi porre una domanda: “Come si ricostruisce una famiglia distrutta?”. Ed ha affermato: “Nello stesso modo in cui si ricostruisce un paese. Con amore e comprensione, con piccoli atti di empatia. Con coraggio e una fede irremovibile”. Parlando agli americani ha voluto sottolineare che Joe ha “fiducia in voi, in noi. Abbiamo bisogno di una leadership che vale quanto questo paese, quanto voi. Joe farà per le vostre famiglie quello che ha fatto per la sua“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.