San Benedetto di Hermillon, il patrono di Avignone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:18

San Benedetto di Hermillon, pastore. Hermillon (Francia), 1165 ca. – Avignone (Francia) 1184. Appartiene a una famiglia povera, il cui unico sostentamento proviene dalla pastorizia: Benedetto ha l’incarico di pascolare il gregge. A 13 anni una visione soprannaturale lo spinge a recarsi ad Avignone per edificare un ponte sul fiume Rodano (molto difficile da attraversare).

Si reca allora dal vescovo per raccontargli la visione avuta; questo, inizialmente scettico per via dell’inesperienza del giovane, ma impressionato dalla sua straordinaria determinazione, decide di appoggiarne l’impresa anche economicamente. Nel 1177 Benedetto, con l’aiuto di volontari, inizia la costruzione del ponte.

Morte

Muore a soli 19 anni, quando l’opera non è ancora ultimata. Sia durante la costruzione del ponte, sia sulla tomba di Benedetto, collocata nella cappella costruita sopra il terse arco del ponte, hanno luogo molti miracoli. Le sue reliquie, disperse durante la Rivoluzione francese, sono poi ritrovate: nel 1854 vengono sistemate nella chiesa di Saint-Didier. Benedetto è uno dei patroni di Avignone ed è considerato il fondatore della Corporazione d Fratelli del Ponte (approvata dalla Santa Sede nel 1189 e soppressa nel 1459).

Tratto dal libro “I santi del giorno ci insegnano a vivere e a morire” di Luigi Luzi

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.