Plichi bomba: questa volta tra Tivoli e Viterbo

I pacchi bomba sono stati disinnescati dagli artificieri. Questi ultimi tre casi si aggiungono a quelle dei giorni scorsi recapitati a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:15

Ancora pacchi bomba. Questa volta la polizia è riuscita a disinnescare 3 plichi sospetti al centro meccanizzato di smistamento di Fiumicino, nell’ufficio postale di Via Empolitana nei pressi di Tivoli e alle poste di Ronciglione, vicino Viterbo.

I Plichi

Il primo plico conteneva della polvere pirica con innesco, il secondo e il terzo pacco erano costituiti da una busta gialla imbottita, come i plichi consegnati a Roma nei giorni scorsi ed esplosi. Infatti, le autorità avevano dato notizia di diversi pacchi bomba recapitati il 3 marzo tra Roma e Fiumicino, alcuni dei quali avevano ferito anche delle donne alle quali erano stati consegnati sotto forma di imballaggi che usualmente utilizzano le piattaforme di e-commerce. Lo scorso 5 marzo una busta sospetta era stata recapitata in un appartamento in zona Baldo degli Ubaldi a Roma, nel quartiere Boccea. La famiglia che lo ha ricevuto si è subito allarmata: il pacco aveva dimensioni irregolari ed era simile agli altri tre precedentemente inviati. Ancora ieri, un altro pacco bomba era stato recapitato ad un 54enne romano della zona nobiliare di Ponte Milvio che lo ha consegnato inesploso alla stazione dei carabinieri di Palombara Sabina.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.