Paura in Cile: registrata una forte scossa di terremoto

Il governatore di Antofagasta ha dichiarato che non ci sono le condizioni necessarie per generare uno tsunami

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:32
Sismografo

Un forte terremoto che ha raggiunto i 6,9 gradi di magnitudo è stato registrato oggi in Cile alle 03.35 ore locali (le 9.35 italiane) nella regione di Antofagasta, 1.340 chilometri a nord di Santiago.

Il terremoto non ha causato danni

Il sisma ha causato paura ma nessun danno alle persone o alle infrastrutture, anche se ci sono state segnalazioni di cadute di massi e un’interruzione di corrente nella città di Toconao, secondo quanto riferito dal governo regionale di Antofagasta. Il Centro sismologico nazionale ha localizzato l’epicentro 50 chilometri a sud-ovest della città turistica di San Pedro de Atacama.

Nessuna allerta tsunami

Il sisma è stato percepito tra le regioni di Arica e Atacama, a distanza di 1.000 chilometri. “Non abbiamo notizie di gravi danni a infrastrutture, persone o case”, ha dichiarato Edgar Blanco, governatore di Antofagasta, a Radio Cooperativa. Il servizio idrografico e oceanografico della Marina ha indicato che “le caratteristiche del terremoto non soddisfano le condizioni necessarie per generare uno tsunami al largo delle coste del Cile“.

Il terremoto del 2010

Nel 2010 il Cile è stato colpito da un evento sismico verificatosi al largo della costa del Maule in Cile il 27 febbraio 2010 alle ore 3:34 locali, con una magnitudo di 8,8 Mw durato per circa tre minuti. È stato il più forte terremoto che ha colpito il Cile dal 1960 (9,5 Mw, il più forte mai registrato), ed era il più forte al mondo dal Maremoto dell’Oceano Indiano del 2004. Il sisma ha liberato un’energia 1.000 volte maggiore rispetto al terremoto di Haiti dello stesso anno ed è stato 30.000 volte più potente del terremoto dell’Aquila del 2009.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.