Francia, rogo nella cattedrale di Nantes: “Incendio doloso, distrutto l’organo”

Trovati tre inneschi in tre punti diversi all'interno della cattedrale di Nantes: uno accanto al grande organo, gli altri due ai lati della navata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:12
I pompieri al lavoro nella Cattedrale di Nantes

In Francia brucia un’altra cattedrale gotica cristiana. Un grosso incendio è in corso all’interno della storica cattedrale di Nantes, cittadina del nord-ovest della Francia. “Le fiamme all’interno della cattedrale sono state circoscritte“, dichiarano i vigili del fuoco del dipartimento Loire-Atlantique. “E’ un incendio importante. I danni sono concentrati sul grande organo, che sembra completamente distrutto” mentre la piattaforma su cui poggia “sembra sul punto di crollare”. Secondo i pompieri, i danni “non sono comparabili a quelli provocati dall’incendio che colpì due anni fa Notre-Dame di Parigi”.

Aperta inchiesta per incendio doloso

La Procura della Repubblica di Nantes ha aperto un’inchiesta per “incendio doloso” per la cattedrale della città della Loira. Lo ha annunciato il procuratore Pierre Sennes. I vigili del fuoco hanno scoperto tre inneschi in tre punti diversi all’interno della cattedrale: uno accanto al grande organo, gli altri due ai lati della navata. “non ci sono conclusioni da trarre ora perché abbiamo ancora molte indagini da fare che possono portare nuovi elementi”. Così ha precisato all’Afp il pubblico ministero di Nantes, Pierre Sennès. L’incendio, individuato da dei passanti alle 7:3, è stato contenuto dai vigili del fuoco intorno alle 10. “Quando arrivi in un luogo dove c’è un incendio, vedi tre punti di incendio distinti, è una questione di buonsenso, apri un’indagine”, ha spiegato Sennès. “Non si può lasciare un evento come questo senza che ci siano indagini giudiziarie”. Nessun sospetto è implicato in questa fase dell’indagine, secondo il procuratore.

Macron: “Sostegno ai vigili”

“Dopo Notre-Dame, la cattedrale di Saint-Pierre-et-Saint-Paul, nel cuore de Nantes, è in fiamme. Sosteniamo i nostri vigili del fuoco che si assumono tutti i rischi per salvare questo gioiello gotico della Città dei Duchi (di Bretagna)”. Lo ha scritto il presidente francese Emmanuel Macron sul suo profilo Twitter. Macron oggi si trova nella sala del Consiglio europeo per parlare con la cancelliera tedesca Angela Merkel, il premier italiano Giuseppe Conte, Ursula Von Der Leyen, Mark Rutte e Charles Michel. Sono riuniti per tentare di sbloccare il negoziato sul Recovery fund.

Il messaggio della sindaca

Sul luogo dell’incendio è giunta la sindaca di Nantes, Johanna Rolland. Anche prima cittadina ha reso omaggio ai pompieri con un video su Twitter. “Dobbiamo ringraziare la straordinaria professionalità delle squadre. È un giorno segnato dalla tristezza”, ha aggiunto “La nostra cattedrale è un luogo per tutti i residenti di Nantes, fa parte della nostra storia, del nostro patrimonio”.

La storia

Le fiamme sono divampate stamattina presto all’interno della cattedrale di Saint Pierre et Saint Paul la cui prima pietra fu posata nel 1434. Ci vollero poi 457 anni per completarla, i lavoro proseguirono fino al 1891 . Oggi il rogo che potrebbe distruggere quasi 600 anni di storia e cristianità. La chiamata ai vigili del fuoco è arrivata alle 7:30 circa. I mezzi sono immediatamente arrivati nel luogo del disastro. Le operazioni di spegnimento sono ancora in corso con moltissimi vigili del fuoco schierati sul posto. Non sono ancora note le cause del rogo né i potenziali danni interni ed esterni alla struttura.

nantes
Le fiamme all’interno della cattedrale di Nantes

Notre Dame di Parigi

L’incendio della cattedrale di Nantes, arriva a distanza di 15 mesi da quello di Notre Dame a Parigi. La sera del 15 aprile 2019 la cattedrale è stata colpita da un grave incendio, che ha provocato il collasso della flèche e del tetto, con il crollo del transetto. Il lavoro incessante dei vigili del fuoco è riuscito a mettere in salvo la struttura portante e gran parte delle opere d’arte, tra cui quelle presenti nel tesoro della cattedrale. Il giorno successivo, il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron, durante il suo discorso alla nazione riguardo l’incendio, ha annunciato la ricostruzione della cattedrale in un arco di tempo di cinque anni. In poco meno di una settimana le donazioni per la ricostruzione del tetto sono ammontate a 1 miliardo di euro.

Le messe

Il 15 giugno del 2019, in occasione della solennità della dedicazione della cattedrale, una celebrazione eucaristica è stata presieduta dall’arcivescovo Michel Aupetit all’interno dell’edificio; essa ha avuto luogo nella cappella assiale e ha visto la partecipazione di un gruppo ristretto di persone. In seguito alla chiusura della cattedrale, le principali celebrazioni che avevano luogo al suo interno sono state spostate nella chiesa di Saint-Sulpice, nel VI arrondissement, la più grande della città dopo Notre-Dame. A partire dal 1º settembre 2019 hanno ripreso anche quelle quotidiane del capitolo presso la chiesa di Saint-Germain-l’Auxerrois, nel I arrondissement.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.