“PRENDIAMO NOTA!”, IL TEATRO ELISEO DI ROMA TRA CLASSICA E JAZZ

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:00

Tutto pronto al Teatro Eliseo di Roma per il debutto di “Prendiamo nota!”, appuntamento musicale che si svolgerà dal 4 ottobre al 29 maggio la domenica mattina. Protagonisti saranno gli allievi del Conservatorio di Santa Cecilia che si cimenteranno in un mix di classica e jazz. L’evento è nato dalla collaborazione tra il Teatro diretto da Luca Barbareschi e l’antico Conservatorio romano per dare un’occasione vera a giovani musicisti e aprire alla musica contemporanea, quella che nasce nella stessa epoca di chi la suona, visto che bisogna rendere l’arte e la musica in particolare di nuovo qualcosa di vivo e non solo un più o meno stanco rito museale. All’interno di “Prendiamo nota!”, che si apre con musiche di Ravel e si chiude con i Quadri da un’esposizione di Musorgskij, si inseriscono anche gli appuntamenti dei “Percorsi di Jazz” diretti da anni da Danilo Rea (che personalmente suonera’ il primo gennaio per il Concerto di Capodanno) e Paolo Damiani, che hanno sottolineato l’importanza dell’incontro tra i grandi temi classici e l’improvvisazione o l’arrangiamento.

Barbareschi, impegnato nelle prove di “Una tigre del Bengala allo zoo di Baghdad” di Raijv Josef che aprirà la stagione dell’Eliseo il 29 settembre, ha ipotizzato, per l’anno prossimo, anche una stagione da camera al Piccolo Eliseo e ha detto che nel teatro confluira’ anche tutta l’attivita’ della sua Casanova Multimedia Production, per far diventare il teatro un centro multimediale, un luogo di creazione e incontro per artisti, in cui si lavora a tutto campo, dal teatro alla musica, dalla letteratura alla tv e al cinema

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.