DE GREGORI INTERPRETA BOB DYLAN, ATTESA PER L’ULTIMO ALBUM DEL CANTAUTORE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:00

E’ prevista per il 30 ottobre l’uscita di “De Gregori canta Bob Dylan – Amore e Furto”, l’atteso nuovo album del cantautore romano, 11 canzoni dell’artista americano tradotte in italiano e reinterpretate con amore e rispetto. “Tradurre Dylan è stata una grande avventura, in tutti i sensi – racconta De Gregori – E credo che non avrei mai potuto nemmeno pensare ad un progetto del genere se non avessi amato da sempre il suo straordinario repertorio e il suo incredibile talento di musicista. Per questo motivo il mio disco ha questo titolo: ‘Amore e furto’, rubato a un disco di Dylan in cui lui stesso dichiarava esplicitamente le sue passioni musicali e le influenze che aveva subito. Furto, quindi, ma soprattutto amore per un grandissimo artista e per alcune delle sue più belle canzoni, forse non le più conosciute qui in Italia”.

Reduce dal grande successo del ‘Vivavoce Tour’, il 22 settembre all’Arena di Verona Francesco De Gregori sarà protagonista del concerto-evento ‘Rimmel2015’, che ha registrato il sold out in prevendita. Insieme alle canzoni più amate dal suo pubblico, Francesco De Gregori, con l’aiuto e la complicità di Malika Ayane, Caparezza, Elisa, Fedez, L’Orage, Fausto Leali, Ligabue, Giuliano Sangiorgi, Ambrogio Sparagna e Checco Zalone, suonerà per la prima volta integralmente i nove pezzi di ‘Rimmel’, un disco che festeggia, senza dimostrarli, i suoi 40 anni.

Nel frattempo, Sony Music ha curato la nuova uscita in digipack degli ultimi album di Francesco De Gregori, precedentemente pubblicati da Caravan: ‘Il fischio del vapore’ di Francesco De Gregori e Giovanna Marini (2002), ‘Pezzi’ (2005), ‘Calypsos’ (2006), ‘Left & right – Documenti dal vivo’ (2007) e ‘Per brevità chiamato artista’ (2008). Il 18 settembre saranno invece ripubblicati i vinili di ‘Alice non lo sa’ (1973) e ‘Rimmel’ (1975), contenenti le immagini e i poster originali dell’epoca.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.