Minneapolis: 10 mila arresti, in carcere anche gli altri tre agenti coinvolti

George Floyd aveva il Covid-19 ma era asintomatico. E' uno dei dettagli che emerge dall'autopsia ufficiale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:50
Minneapolis

Tutti e quattro gli ex agenti accusati dell’omicidio di George Floyd sono ora agli arresti. Aleksander Kueng si è consegnato spontaneamente, Thomas Lane e Tou Thao sono stati portati in carcere nel tardo pomeriggio, mentre Derek Chauvin – il poliziotto che ha tenuto il ginocchio sul collo dell’afroamericano – era già stato arrestato qualche giorno dopo l’uccisione. In merito, la procura generale del Minnesota aggrava l’imputazione per Chauvin da omicidio colposo a omicidio volontario. Oggi i funerali di Floyd, Biden sarà presente. George Floyd aveva il Covid-19 ma era asintomatico. E’ uno dei dettagli che emerge dall’autopsia ufficiale riportati dalla Cnn. Ancora manifestazioni pacifiche in molte città degli Stati Uniti. Novanta arresti a New York ma nessuno scontro rilevante.

Trump: esercito? Forse no

“Forse” non sarà necessario inviare l’esercito per fermare le proteste scatenate dall’uccisione da parte della polizia dell’afroamericano George Floyd a Minneapolis. Lo ha detto il presidente Usa, Donald Trump, in un’intervista su Newsmax. “Dipende. Forse non servirà. Anche se abbiamo il forte potere di farlo. La Guardia nazionale è una consuetudine e abbiamo una Guardia nazionale molto forte”, ha detto. dopo aver minacciato di ricorrere all’Insurrection Act per usare l’esercito contro i dimostranti.

Usa, giovane ucciso lunedì, “un errore”

L’agente che ha ucciso un giovane a San Francisco lunedì nelle proteste per la morte di George Floyd aveva scambiato il suo martello per una pistola. Lo ha riferito la polizia. Quando una pattuglia è intervenuta per un saccheggio in un supermercato, Sean Monterrosa, un 22enne residente nella città californiana, si era inginocchiato a terra tenendo le mani sulla vita, vicino a un martello nella tasca della sua felpa. Un agente, pensando si trattasse di un’arma, ha esploso cinque colpi e ha ucciso il giovane. Intanto, la popolare catena di empori Walmart ha deciso di togliere armi e munizioni dalla vendita in alcuni suoi negozi come misura precauzionale dopo i saccheggi verificatisi nelle proteste per la morte di George Floyd. Lo riferisce la Cnn. Il poliziotto è stato intanto sospeso in attesa dei risultati delle indagini. Sale intanto a 10 mila il numero delle persone arrestate negli Stati Uniti dall’inizio della protesta per la morte del giovane afroamericano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.