Un altro venerdì nero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:48

Possibili disagi nei trasporti italiani a causa di una serie di scioperi che interessano treni, aerei e anche mezzi pubblici. Sono infatti previsti una mobilitazione nazionale del comparto ferroviario, uno sciopero nazionale e alcuni locali del personale dell'Enav, mentre a livello locale sono a rischio i mezzi del trasporto pubblico nel Lazio e a Torino.

Treni

Per chi viaggia in treno, i disagi sono iniziati già nella serata di ieri con lo stop al trasporto ferroviario (nella fascia oraria 22-6)  proclamato dal Cub. Mentre dalla mezzanotte alle 6 si sono fermati i lavoratori dell'Usb lavoro privato. Le Ferrovie dello Stato Italiane hanno già fatto sapere che le Frecce dell'alta velocità saranno regolari e che per gli altri treni nazionali non si prevedono particolari disagi. Italo-Ntv ha fatto sapere sul proprio sito web che non si prevedono impatti per la circolazione dei propri treni. Trenord ha avvertito infine i propri viaggiatori che durante lo sciopero i servizi regionali, suburbani e aeroportuali potranno subire ritardi, variazioni e/o cancellazioni.

Aerei

Capitolo aerei. Dalle 13 alle 17 l'agitazione riguarda il personale Enav, mentre dalle 10 alle 18 Filt Cgil, Uil Trasporti e Unica hanno indetto uno sciopero generale del comparto aereo e aeroportuale e dell'indotto. Dalle 13 alle 17, invece, iniziativa analoga è stata proclamata dal Fit Cisl e Ugl-Ta. Ad appesantire un venerdì gia' nerissimo per chi vola, si aggiungono le mobilitazioni locali: dalle 13 alle 17 incrocia le braccia il personale Enav dei centri di controllo d'area Brindisi, Milano e Padova, mentre a Cagliari sono previste due distinte azioni di sciopero indette da Fit Cisl e Unica, così come a Catania, Roma Fiumicino, Lamezia Terme e Palermo. Altri due scioperi riguardano il personale navigante di Air Italy e quello di Blue Panorama, entrambi dalle 13 alle 17. Sinora sono stati cancellati una trentina di voli da e per gli scali della Sardegna. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.