Tria: “Ok reddito di cittadinanza, ma tagliare le tasse”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:55

Il reddito di cittadinanza e il taglio delle tasse procederanno “di pari passo” perchè “sono necessari a cambiare il sistema e supportare la crescita economica”. Lo ha detto – riferendosi alla legge finanziaria del 2019 – il ministro dell'Economia Giovanni Tria in un'intervista a Bloomberg. “Una maggiore crescita economica – spiega – deve venire dalla graduale attuazione del programma di governo”. Per Tria questo “richiede di agire sia sulla composizione delle entrate fiscali che sulla spesa. La nostra discontinuità rispetto al precedente governo non sarà sul livello del deficit ma piuttosto sul mix di politiche”.

Il ministro ha ribadito, come già detto in Parlamento, che non ci saranno manovre correttive quest'anno, che potrà chiudersi entro le stime di deficit (1,6% del Pil) e debito (130,8) scritte dal precedente governo. Il deficit per il 2019 “potrebbe essere più alto” rispetto all'obiettivo dello 0,9% del Def del governo Gentiloni.Tria ha quindi concluso riaffermando come “nessuno voglia uscire dall'euro” e che “non sarebbe giustificabile”, visti i numeri e le stime, un eventuale downgrade delle agenzie di rating. 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.