Tremonti: “Con Libra cambiano le regole del gioco”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:59

Libra, la moneta virtuale annunciata da Facebook richia di cambiare le regole del gioco. Lo ha detto l'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti nel corso di un'intervista al Sole 24 Ore.

Artificio

 “Il regno è fallito – spiega Tremonti -ed è proprio in questa drammatica circostanza che, veicolata da Faust, si fa strada l'idea di Mefistofele: secondo il diritto romano, ciò che è nel sottosuolo appartiene di diritto al sovrano. In base a questo principio, il sovrano non deve estrarre l'oro che c'è nel sottosuolo, gli basta dire che c'è, e tutti gli daranno fiducia, accettando i pezzi di carta che vengono così a incorporare la sua parola, concretizzando una cambiale mefistofelica“.

Biglietti alati

È di nuovo così nella realtà del tempo presente, secondo Tremonti. “Come Faust e Mefistofele insieme spiegano al sovrano – afferma -, questo è un esercizio che si può ripetere all'infinito, con una magia che permette di creare ex nihilo una ricchezza di tipo nuovo, immateriale e infinita, come nel libero volo dei 'biglietti alati'”. “Questa profezia – è la sua spiegazione – non è stata solo sulla creazione delle banconote (“i biglietti alati”), ma in generale sul potere che può essere sprigionato da tutte le cambiali mefistofeliche”. “La Corte europea – ricorda infine – ha già equiparato Bitcoin e valute nel 2015. Per evitare lo spiazzamento del sistema bancario, perché non mettere l'Iva su Libra?”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.