TENTA DI SVENTARE UNA RAPINA A NAPOLI E MUORE, MEDAGLIA D’ORO AL VALOR CIVILE AD ANATOLY KOROL

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09

Saranno i familiari a ricevere – venerdì due ottobre – la medaglia d’Oro al Valor Civile alla memoria di Anatoly Korol, il muratore ucraino che lo scorso 29 agosto è morto nel tentativo di impedire una rapina in un supermercato a Castello di Cisterna, in provincia di Napoli. A consegnare l’onorificenza sarà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha deciso di conferire l’onorificenza su proposta del Ministro dell’Interno Angelino Alfano.

Korol, 38 anni, lavorava come muratore in Italia, dove risiedeva da diversi anni con regolare permesso di soggiorno. Era appena uscito dal supermercato dove aveva fatto acquisti con la sua bambina di un anno e mezzo, quando ha notato due persone con il volto coperto dai caschi che stavano compiendo una rapina. Il muratore ha lasciato il carrello e la bambina ed è tornato nel negozio con l’intenzione di soccorrere il titolare dell’esercizio commerciale e i clienti che si trovavano all’interno.

Mentre era impegnato in una colluttazione con uno dei malviventi, l’altro rapinatore si è avvicinato e gli ha sparato, colpendolo ad una gamba e all’emitorace destro. Sul luogo della rapina sono intervenuti anche i carabinieri, ma Anatoly era già morto. Fortunatamente gli uomini dell’Arma sono riusciti ad arrestare i due malviventi, che successivamente sono stati identificati come Marco di Lorenzo e Gianluca Ianuale, fratellastri, figli del boss Inauale, pericoloso capo clan di Castello di Cisterna.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.