SOCCORSO UN BARCONE CON 400 MIGRANTI AL LARGO DELLA LIBIA, NELLA STIVA 50 CADAVERI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:48

Non si arresta l’emergenza dei migranti che salpano dalla libia a bordo di vere e proprie “carrette del mare” nella speranza di arrivare in Europa, per sfuggire alla tragica situazione che vivono nei loro Paesi a causa delle guerre, della fame o dei gruppi terroristici che seminano il terrore nelle popolazioni. Nel primo pomeriggio di oggi una nave svedese ha soccorso un barcone blu al largo della Libia. All’interno della stiva i soccorritori hanno trovato 50 cadaveri.Sul barcone viaggiavano altri 400 migranti che sono tratti in salvo.

Secondo quanto si è appreso, l’unità svedese Poseidon, inquadrata nel dispositivo Frontex e impegnata nelle operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia, aveva appena preso a bordo 130 migranti che erano su un gommone. E’ stata subito dopo dirottata dal Centro Nazionale Soccorsi della Guardia Costiera italiana in direzione del barcone ed ha tratto in salvo 439 migranti. Alcuni marinai, saliti a bordo dell’imbarcazione su indicazione degli stessi migranti, hanno aperto la stiva ed hanno visto i circa 50 cadaveri. I migranti sarebbero morti probabilmente per le esalazioni dei motori del barcone.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.