Sbarcati tutti i migranti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00

Dopo una giornata di contatti riservati tra il vicepremier Matteo Salvini e la Conferenza episcopale italiana, l'odissea dei migranti a bordo della nave Diciotti della Guardia di Finanza è giunta al suo epilogo. I vescovi italiani, infatti, accoglieranno in strutture protette gran parte dei profughi che ormai da cinque giorni sono blocccati al porto di Catania. “Gran parte dei migranti della Diciotti saranno ospitati dalla Chiesa italiana, dai vescovi che hanno aperto le porte, i cuori e il loro portafoglio“, ha annunciato il ministro Salvini. 

La conferma dalla Cei

“La Chiesa italiana garantirà l'accoglienza ad un centinaio di migranti della nave Diciotti. L'accordo con il Viminale è stato raggiunto per porre fine alle sofferenze di queste persone in mare da giorni. I dettagli verranno definiti nelle prossime ore”, ha dichiarato all'Ansa don Ivan Maffei, portavoce della Conferenza episcopale italiana.

Conte: “Grazie Cei-Albania-Irlanda”

Ringraziamo l'Albania, l'Irlanda e la Cei per aver aderito all'invito a partecipare alla redistribuzione. Ne accoglieranno rispettivamente 20, 20 e 100. Vogliamo rassicurare coloro che hanno espresso preoccupazione per le loro condizioni (dei migranti, ndr): abbiamo prestato loro continua assistenza sanitaria e fornito tutto il vitto necesario – ha scritto in un post su Facebook il premier Giuseppe Conte – Ricordo che siamo intervenuti a soccorrere il barcone nonostante questo navigasse in acque sar maltesi e sia stata Malta a rivendicare per prima il coordinamento delle operazioni di salvataggio il 15 agosto scorso. Abbiamo assicurato l'immediato trasbordo a terra di 13 persone he versavano in condizioni critiche. Successivamente abbiamo assicurato lo sbarco di 17 minorenni non accompagnati. Oggi 11 donne e 6 uomini sono stati fatti sbarcare a seguito di ulteriori visite mediche”. 

Venti migranti in Albania

Nel pomeriggio era stata l'Albania ad annunciare la sua disponibilità ad accogliere 20 profughi. La notizia è stata resa nota con un post sul profilo Twitter della Farnesina, dal ministro degli Affari esteri Enzo Moavero Milanesi che ha ringraziato “l'Albaniaper la decisione” definendolo un “segnale di grande solidarietà“. 

Anche l'Irlanda dà la sua disponibilità

E dopo l'Albania anche l'Irlanda ha annunciato che aprirà i suoi confini per accogliere 20-25 migranti. “Posso confermare che io e Charlie Flanagan (ministro della Giustizia, ndr) abbiamo concordato che l'Irlanda accetterà 20-25 migranti dalla Diciotti, soggetti alle consueti condizioni e controllo. La solidarietà europea è importante e questa è la cosa giusta da fare. I lavori preseguono con i partner Ue per soluzioni più sostenibili possibili”, ha scritto su Twitter il ministro degli esteri di Dublino, Simon Coveney

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.