Sbarca in Qatar la rassegna delle eccellenze italiane promossa dalla Farnesina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:29

Vivere all’italiana“, la grande attività di promozione delle eccellenze italiane organizzata dalla Farnesina ha fatto tappa in Qatar in occasione della finale della Supercoppa di Lega Tim, che si è disputata ieri sera tra Juventus e Milan.

Intorno al grande evento calcistico ruota una serie di eventi di promozione integrata del Marchio Italia” con focus sulle bellezze artistiche e naturalistiche italiane, nonché sulla rinomata tradizione enogastronomica del bel Paese. E’ stato il pluripremiato cuoco italiano Daniele Usai, una stella Michelin e rappresentante dell’Associazione degli Ambasciatori italiani del gusto, a ideare un menù speciale per gli oltre 100 invitati che si sono ritrovati a celebrare le eccellenze italiane nel ristorante “Flying Carpet” dell’Hotel Torch di Doha.

A presentare l’evento l’Ambasciatore d’Italia in Qatar Guido De Sanctis, alla presenza delle autorità qatarine, tra cui i massimi esponenti del Comitato organizzatore dei mondiali di calcio 2022, dei più alti rappresentanti della Lega Calcio e dei capitani di Juventus e Milan. Oltre al vero agroalimentare italiano, sono salite in scena anche le meraviglie dei borghi italiani attraverso una presentazione di quanto l’Italia offra a chi voglia trascorrere un’esperienza indimenticabile: presenti i principali Tour Operator, agenzie di viaggio e opinion leader locali.

Obiettivo è quello di attrarre ancor di più verso l’Italia i turisti qatarini di alta fascia, che hanno visto la loro presenza nel nostro Paese raddoppiare dal 2012 al 2015, passando da 13mila a 27mila unità. Gli eventi, organizzati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Doha, l’Ente Nazionale per il Turismo (Enit) e la Lega Calcio, rientrano nella strategia di promozione integrata portata avanti dalla Farnesina, che fa dello sport un grande volano dell’economia e della cultura italiana all’estero.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.