Savona alla Consob: c'è l'accordo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:59

Accordo su Savona presidente Consob“. E' quanto si apprende da fonti Lega. La nomina del presidente della Commissione nazionale per le società e la Borsa è il tema caldo della riunione del Consiglio dei ministri prevista alle 12 di oggi.

Savona ineleggibile?

Sull'economista ministro per gli Affari europei, tuttavia, pende il dubbio dell'ineleggibilità. Secondo La Repubblica, l'ipotesi deriva intanto dalle nostre norme anti-corruzione: dunque dalla legge 190 del 2012. Secondo il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, ci sarebbero perplessità sul fatto che “un ministro, che è pur sempre un uomo di parte”, venga “trasferito d'imperio alla presidenza di un'Autorità di garanzia”. “Autorità – prosegue il quotidiano – che dovrebbe distinguersi per la sua autonomia dagli altri poteri dello Stato”.

Smentiti la telefonata Conte-Salvini

Intanto, sempre le fonti di via Bellerio, stando a quanto riferisce l'Ansa, smentiscono che al telefono ci siano stati attriti tra il vicepremier Matteo Salvini e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Nessuna telefonata Conte-Salvini, nessun incontro, nessuna preoccupazione”, nessun “Salvini furioso”. La ricostruzione pubblicata oggi dal Corriere della Sera “è surreale e completamente inventata”. Dal Carroccio fanno inoltre sapere che “i rapporti con il presidente del Consiglio sono cordiali e si lavora per la soluzione dei dossier sul tavolo del governo”. Secondo la ricostruzione cui si fa riferimento, Conte avrebbe telefonato a Salvini per richiamarlo ad evitare scontri con l'alleato 5Stelle. “Così non reggiamo”, avrebbe detto il premier al segretario della Lega.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.