Salvini chiude i porti ad altre due navi ong

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:09

Non sbarcheranno in Italia”. Prosegue coerente la linea dura di Matteo Salvini, ministro dell'Interno, nei confronti delle navi delle ong che caricano migranti al largo della Libia e provano a trasferirli sulle coste italiane. Su Facebook il segretario della Lega ha scritto: “Mentre la nave della Ong Aquarius naviga verso la Spagna (arrivo previsto domani mattina) altre due navi di Ong con bandiera dell’Olanda (Lifeline e Seefuchs) sono arrivate al largo delle coste della Libia, in attesa del loro carico di esseri umani abbandonati dagli scafisti”. “Sappiano questi signori – prosegue Salvini – che l'Italia non vuole più essere complice del business dell’immigrazione clandestina, e quindi dovranno cercarsi altri porti (non italiani) dove dirigersi. Da ministro e da papà, lo faccio per il bene di tutti”. La nave della ong tedesca Lifeline ha a bordo 118 persone.

La nave Aquarius, intanto, è quasi arrivata al porto di Valencia. “Il mare è finalmente calmo – racconta da bordo Alessandro Porro, mentre si trova nei pressi delle Isole Baleari – e le persone a bordo si stanno risvegliando. Una nave militare spagnola ci dà idealmente il benvenuto in Spagna”. L'imbarcazione Aquarius è accompagnata durante il viaggio da due navi militari italiane – la Dattilo della Guardia Costiera e la Orione della Marina Militar.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.