Regionali, domenica al voto la Calabria e l’Emilia Romagna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Domenica 23 i cittadini dell’Emilia Romagna e della Calabria sono chiamati al voto per le elezioni regionali. Un voto che, in ogni caso, non sembra destinato ad avere risvolti sul piano nazionale e che nessuno ha, al momento, indicato come test a questo livello. In Emilia, regione nella quale di solito si registra una buona affluenza alle urne, è possibile che, anche dopo gli scandali relativi ai rimborsi regionali, pesi l’astensione. I cittadini chiamati alle urne sono circa 3,4 milioni. Per quanto riguarda la Calabria il tema numero uno della campagna elettorale, finora, è quello della crisi economica della regione con l’allarme arrivato da Bankitalia su questo fronte.

L’Emilia, reduce dallo scandalo per le spese pazze dei consiglieri, cerca il successore di Vasco Errani (Pd), che ha ricoperto la carica di Presidente della Regione per tre mandati consecutivi prima di rassegnare le dimissioni lo scorso 8 luglio in seguito alla condanna per falso ideologico nella vicenda “Terremerse”. In Calabria, invece, si cerca il sostituto di Giuseppe Scopelliti (eletto nel 2010 sotto i vessilli del Pdl e poi confluito in Ncd). A Scopelliti, dimessosi in aprile dopo la condanna a 6 anni per abuso d’ufficio e falso nel “caso Fallara”, era subentrata Antonella Stasi in qualità di Presidente facente funzioni.

Secondo le ultime rilevazioni, non direttamente collegate alle regionali ma fatte sulla base della fiducia verso i partiti all’interno della regione, sarebbe nettamente in testa il Partito Democratico, dato al 53-54%; segue il Movimento 5 Stelle che sarebbe al 13-14%; poi, la Lega Nord, che ha ottenuto tra l’11 e il 12% dei consensi degli intervistati al sondaggio e che sorpasserebbe così Forza Italia, in forte calo, al 9-10%. Sondaggio direttamente collegato alle elezioni regionali quello che riguarda la Calabria, dove, secondo l’ultima rilevazione di “Chi Quadro” per il Quotidiano, in testa ci sarebbe Mario Oliviero del Pd, al 47%, seguito dalla candidata di Forza Italia Wanda Ferro, al 25,8%; terzo Nico D’Ascola, sostenuto dal Nuovo Centrodestra, all’8%; male Cono Cantelmi del Movimento 5 Stelle, al 3,8%; chiude Domenico Gattuso con la lista L’Altra Calabria, all’1,5%; indecisi al 6,4%, mentre si asterrà il 7,5% degli intervistati.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.