Radio Radicale salva, Lega e 5Stelle divisi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:16

La Lega lascia solo il M5s, ma solo per votare un emendamento al Dl Crescita in commissione Bilancio e Finanze della Camera che scrive la parola fine sull'annosa questione di Radio Radicale. La storica emittente è salva: Lega e opposizioni votano l'emendamento del Pd (a firma Sensi e Giachetti) che proroga di altri 3 milioni per il 2019 il finanziamento. Unici a votare contro i pentastellati.

Il Pd esulta

Esultano gli esponenti di centrosinistra, i quali ci tengono a sottolineare che l'ostinazione del M5s non ha prevalso. “Il Governo è andato sotto in Commissione su Radio Radicale. La Lega vota con le opposizioni per salvare la radio mentre i 5 stelle votano contro seguendo le indicazioni di parere contrario del ministro Castelli”. Lo afferma la deputata del Pd Silvia Fregolent, capogruppo in commissione Finanze. Affida a un tweet il suo pensiero Roberto Giachetti, con un passato da militante radicale, uno dei due firmatari dell'emendamento. “Anche se con un contributo inferiore alle necessità, abbiamo approvato un emendamento che stanzia 3 milioni per Radio Radicale nel 2019. Per ora la radio è salva. Adesso subito la gara”. Sul social network esprime la sua soddisfazione anche Maria Elena Boschi, che dice “grazie alla battaglia del Pd”. Ma non manca anche l'euforia dalle parti di Forza Italia, sempre su Twitter la presidente dei deputati azzurri, Mariastella Gelmini, scrive “vittoria di Forza Italia e soprattutto della libertà di stampa”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.