Prescrizione, ancora scontro Lega-M5s

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:43

Non si torna indietro sul tema prescrizione: il Movimento 5 stelle ribadisce, con il nuovo emendamento presentato dai relatori Francesco Forciniti e Francesca Businarolo nelle commissioni Affari costituzionali e Giustizia della Camera, che la prescrizione sarà sospesa a seguito del primo grado di giustizia con sentenza. Unico punto del ddl anticorruzione su cui divergono i pentastellati e la Lega, come specificato anche dal capogruppo del Carroccio in commissione Affari costituzionali, Igor Iezzi, al termine della seduta esaminatrice del testo: “La riforma della prescrizione – ha spiegato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafde – è stata votata dai nostri iscritti sulla piattaforma Rousseau, è uno dei punti del contratto di Governo e, prima ancora, parte integrante del programma del Movimento 5 Stelle”.

Iezzi: “Il nuovo emendamento uguale a quello di prima”

Tra le innovazioni proposte dal M5s, il cambiamento del titolo del ddl, al quale accorpare la dicitura “in materia di prescrizione del reato”, proposto allo scopo di deviare le critiche della Lega con un semplice emendamento, come confermato dallo stesso Iezzi: “E' un modo per aggirare la questione della estraneità per materia”. E ancora, il capogruppo del Carroccio in commissione ha precisato che “il nuovo emendamento è uguale a quello di prima. Per noi bisogna fare un'altra legge sulla prescrizione. Spero che si trovi un accordo, ne devono discutere i leader. A livello parlamentare non abbiamo raggiunto un'intesa. Non è possibile modificare la prescrizione con sole due righe: il testo è identico, hanno solo cambiato il titolo…”.

Salvini: “No processi infiniti”

Anche il vicepremier Matteo Salvini è intervenuto sulla questione, ribadendo la linea leghista sulla questione prescrizione, confermando l'intenzione di preservare la propria contrarietà all'emendamento proposto dai Cinque stelle: “Riforma della giustizia, e anche della prescrizione, sono nel contratto di governo e diventeranno realtà. Mettere in galera mafiosi e corrotti è una priorità della Lega. L'importante è farle bene queste riforme, evitando che i processi durino all'infinito anche per gli innocenti, altrimenti è una sconfitta per tutti”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.