Ponte Morandi, il 28 giugno giù il moncone est

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:40

Si avvicina sempre di più il giorno dell'esplosione controllata delle pile 10 e 11 del moncone est del Ponte Morandi, fissata per le 9 di venerdì prossimo 28 giugno. I detonatori elettronici che faranno esplodere i quattro elementi della pila 10 e i quattro della 11, controllerano le fasi dell'esplosione e, complessivamente, l'operazione porterà al suolo circa 4.500 tonnellate di materiale

Evacuazione delle aree circostanti

Già dalla giornata di domani, la protezione civile di Genova si occuperà dell'evacuazione della zona circostante. Saranno trasferite dalle loro case ad alberghi e strutture sanitarie circa 500 persone. “Si tratta di persone anziane, con disabilità o malate – ha spiegato il consigliere comunale delegato alla Protezione civile, Sergio Gambino, durante la conferenza stampa sulle misure di sicurezza e le modifiche alla viabilità – che trascorerrano fuori sia la notte tra il 27 e il 28 sia quella successiva e rientreranno a casa la mattina del 29 giugno”. Nel giorno dell'esplosione i cittadini – circa 3.400 – che saranno evacuati riceveranno un cartellino identificativo, con un codice numerico, con il quale saranno assegnati a una delle 8 strutture di accoglienza predisposte dal Comune e che permetterà loro di salire sui bus navetta Amt in servizio dalle 5.30. 

Disposizioni per la circolazione

Sul sito si autostrade per l'Italia si legge che il tratto tra il bivio A7/A12 Genova-Livorno e Genova Ovest rimarrà chiuso a partire dalle ore 7 del 28 giugno. L'orario di riapertura indicativo è stato fissato alle 22, ma dipenderà dall'andamento delle operazioni. Per i veicoli leggeri: chi proviene da Livorno/Sestri Levante, dovrà proseguire obbligatoriamente sulla A7 Serravalle-Genova, verso Serravalle/Milano e uscire a Genova Bolzaneto.
Chi proviene da Milano/Serravalle, dovrà proseguire obbligatoriamente sulla A12 Genova-Sestri Levante e potrà uscire a Genova est. Sarà possibile accedere in autostrada dalle stazioni autostradali di Genova est, sulla A12 Genova-Sestri Levante e di Genova Aeroporto, sulla A10 Genova-Savona. Per i veicoli pesanti: chi proviene dalla A12 Genova-Sestri Levante o dalla A7 Serravalle-Genova ed è diretto verso i porti di Genova, potrà utilizzare la A7 Serravalle-Genova verso Serravalle/Milano fino all'allacciamento con la Diramazione Predosa-Bettole, proseguire sulla A26 Genova Voltri-Gravellona Toce verso Genova, immettersi sulla A10 Genova-Savona e uscire a Genova Prà per raggiungere il porto di Prà o Genova Aeroporto per raggiungere il porto di Genova. Questi percorsi alternativi saranno obbligatori per i mezzi pesanti che viaggiano dal Levante e dal Ponente ligure e viceversa; i mezzi pesanti, infatti, non potranno raggiungere i porti di Genova dalle stazioni autostradali della A12 Genova-Sestri Levante e della A7 Serravalle-Genova.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.