Più beneficiari al Sud e nelle Isole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:43

Il reddito di cittadinanza è la proposta su cui il M5S ha incentrato molto della sua vittoriosa campagna elettorale a marzo scorso. I ministri pentastellati hanno promesso che il provvedimento diventerà realtà nel 2019 dopo la riorganizzazione dei centri per l'impiego.

L'indagine

Il Sole 24 ore ha pubblicato nell'edizione odierna un'analisi che della misura mostra la futura distribuzione territoriale. Un calcolo realizzato in base agli Isee dichiarati per il 2016. Dalla ricerca del quotidiano della Confindustria emerge come sarà Crotone la provincia con il più alto numero percentuale di famiglie che beneficeranno del reddito di cittadinanza. Qui sarà più di una famiglia su quattro a poter rivendicare i 780 euro mensili (che diventano 1.638 per una coppia con due figli). Subito dopo Crotone, si classificano altre province meridionali: Napoli al secondo posto, seguita da Palermo e Caltanissetta. Per trovare una provincia settentrionale bisogna scendere al 37esimo posto dove si trova Aosta.

Sud più povero

La ricerca del Sole 24 ore si è basata sul numero di famiglie che dichiarano un Isee fino a 9.360 euro annui. In coda a questa speciale lista compare, invece, la provincia di Bolzano dove sono appena 5.100 i nuclei aventi diritto pari al 2,3% della popolazione locale. La ricerca evidenzia come, dunque, il Meridione e le Isole siano la aree in cui ci sarà il maggior numero di beneficiari del provvedimento fortemente voluto dal Movimento Cinque Stelle. Questi calcoli, però, sono per difetto in quanto – come spiegato nel relativo articolo a firma Valentina Melis e Cristiano Dell'Oste – bisogna ricordare che “la soglia annunciata è un po’ più alta (9.360 euro) e chi non ha mai presentato un Isee potrebbe farlo nel 2019 per avere il nuovo sostegno”. Nella classifica stilata dal quotidiano di via Monte Rosa, Roma compare al 46esimo posto con 173.200 famiglie aventi diritto al reddito di cittadinanza, una cifra all'8,7% della popolazione capitolina. Appena 86esima Milano con il 6,7%.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.