Maturità: prova di italiano, ecco le tracce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:27

IIniziano questa mattina i nuovi esami di maturità per 520.263 studenti. La prima prova dell'esame di Stato, quella di italiano, prevede sette tracce, divise in tre tipologie (A,B,C). Le tracce saranno uguali per tutti gli indirizzi di studio e spazieranno su diversi ambiti: dall'artistico al letterario e filosofico, passando per quello scientifico, sociale, economico e tecnologico. Eliminato il tema di storia.

Le tracce

La prima traccia a uscire è, come tutti gli anni, quella dell’analisi del testo: tra gli autori scelti dal Miurper la prima prova della maturità c’è “Il porto sepolto” di Giuseppe Ungaretti, confluita nel 1942 nella raccolta L’allegria. La seconda traccia proposta invece per la Tipologia A – che da quest’anno prevede la scelta tra due brani, uno di prosa e uno di poesia – è “Il giorno della civetta” di Leonardo Sciascia, che racconta la storia di alcuni omicidi commessi dalla mafia e della lotta del comandante dei Carabinieri Bellodi per scoprire la verità ed arrestare i colpevoli. Nel 1968 il regista Damiano Damiani ha tratto un film da questo romanzo. Tra gli autori presenti nelle altre tracce c’è anche Corrado Stajano con “Eredità del Novecento”.Tante le ipotesi ventilate in questi giorni su possibili autori e argomenti c'erano gli immancabili Verga e Pirandello, l'inquinamento globale e i migranti

Le commissioni

Le commissioni d’Esame coinvolte quest’anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni. Secondo le prime rilevazioni del Miur, il tasso di ammissione all’Esame è stato del 96,3%. Nella tipologia A, con due tracce, sarà richiesta un'analisi del testo, nella B, per la quale sono previste tre tracce, l'analisi e la produzione di un testo argomentativo, infine nelle due tracce della tipologia C gli studenti potranno elaborare una riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Gli studenti avranno a disposizione 6 ore per completare l'elaborato. Per i più veloci sarà possibile uscire prima, ma solo dopo le tre ore dall'inizio della prova. “Le tracce della prova di italiano – ha commentato il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti – permetteranno a tutti di esprimersi al meglio. Spero che piacciano agli studenti e che abbiano l'imbarazzo della scelta”. La seconda prova è  domani, sempre dalle 8.30. 

Le novità

Rispetto all’anno scorso l’esame di quest’anno darà maggiore importanza al percorso svolto nell’ultimo triennio, con un punteggio maggiore assegnato al credito scolastico e griglie di valutazione nazionali per la correzione delle prove scritte. Non sono stati considerati requisiti di accesso né la partecipazione, durante l’ultimo anno di corso, alla prova nazionale Invalsi né lo svolgimento delle ore di Alternanza Scuola-Lavoro. La massima novità è l'eliminazione del quizzone e della tesina; le prove scritte sono due. La seconda prova resta diversa per ogni tipo di scuola ma è stato trasformato in uno scritto multidisciplinare. Diverso anche l’approccio del colloquio orale. Il presidente di commissione chiederà allo studente di scegliere tra tre buste dove i professori hanno inserito dei materiali da cui partire per l’interrogazione. Della prova faranno parte anche i progetti di Cittadinanza e Costituzione. Il punteggio finale, infine, sarà in centesimi. Questo, almeno, non è cambiato.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.