MARINO SI DIFENDE: “FOSSI STATO IL PAPA NON AVREI RISPOSTO ALLA DOMANDA SU FILADELFIA”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

“Il Papa è andato negli Stati Uniti a parlare di cambiamenti climatici, petrolio, del dramma delle armi, dello sfruttamento del pianeta, di casa-lavoro-terra per tutti. Discorsi epocali sul ruolo della donna anche nella Chiesa e il giornalista italiano gli chiede se l’aveva invitato lui Marino? Se l’avesse fatta a me avrei risposto: ‘Non è questo lo scopo del viaggio e della conferenza stampa”. Il Sindaco di Roma prova a difendersi dopo essere stato clamorosamente smentito dal Pontefice. Intervenendo a “Uno Mattina” su Rai 1 Marino ha risposto anche a Mons. Vincenzo Paglia che, in una telefonata fake con un finto Renzi trasmessa da Radio24, aveva accusato il Sindaco di essersi “imbucato”.

“Non esprimo opinioni sui vescovi, che hanno il compito di curare le nostre coscienze, ma ricordo che il portavoce vaticano Lombardi ieri ha smentito le affermazioni di Vincenzo Paglia dicendo che non corrispondono alle opinioni della Santa Sede. Non ho nessun commento da fare”. Padre Lombardi aveva chiarito che i rapporti con le istituzioni italiane sono “sereni”, parole cavalcate dall’ex senatore Pd.

“Nell’aprile di quest’anno mons. Paglia – ha spiegato – ha chiesto un appuntamento e mi ha annunciato che ci sarebbe stata la riunione mondiale delle famiglie a Philadelphia, città che conosco abbastanza bene, e che il sindaco e il vescovo locale volevano incontrarmi per l’organizzazione della manifestazione, in quanto l’anno prima a Roma c’era stata la canonizzazione di due papi gestita senza difficoltà. Io li ho ricevuti e il vescovo di Philadelphia mi ha ringraziato. A luglio poi gli abbiamo mandato tutte le procedure, ci siamo scritti e io ho detto loro che ero felice di aiutare e partecipare e mi sono recato a Philadelphia”.

La popolarità del primo cittadino della Capitale è segnalata in ribasso da qualche mese e questa gaffe mette in imbarazzo anche il Pd romano, con il quale i rapporti continuano a essere freddi. Il commissario straordinario Matteo Orfini lo ha invitato a svolgere in modo migliore il suo ruolo.
“Il Pd ha il dovere di occuparsi dei problemi veri di Roma e non delle polemiche. Il Giubileo, il Trasporto pubblico, vanno affrontati e lo stiamo facendo. Noi abbiamo bisogno che Roma svolga la funzione di Capitale d’Italia. Marino è stato eletto per guidare la città e lo deve fare, meglio di come ha fatto finora”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.