Incidenti sul lavoro, serve una Procura nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:13

In Italia da anni si sta vivendo un numero molto elevato di tragedie legate alle morti bianche sul posto di lavoro. Il pm Guariniello, durante un’audizione al Senato, ha ribadito: “Serve una Procura Nazionale per gli incidenti sul lavoro e questa Commissione è la sede giusta per portare avanti una proposta di legge in materia. In italia – prosegue il pm – ci sono tante tragedie inesplorate in questo campo, non solo il caso Eternit. Dobbiamo fare giustizia su tutto. Servono istituzioni con competenze specifiche a fronteggiare questi casi, che spesso le piccole procure non sono in grado di fronteggiare”.

In Italia esistono buone leggi sulla sicurezza sul lavoro, il problema nel nostro Paese è l’applicazione concreta di queste leggi: Guariniello crede che per porre rimedio a tutto ciò si dovrebbero rinforzare i controlli e la vigilanza dovrebbe essere affidata alle Asl, agli ispettorati del lavoro, ai vigili del fuoco e ad altri organi competenti.

“Quindi – conclude Guariniello –  bisogna che si ponga rimedio alle numerose carenze che caratterizzano l’attività degli organi di vigilanza. Bisogna accrescere gli organici, la professionalità degli ispettori, bisogna evitare che gli ispettori facciano contemporaneamente attività di vigilanza e di consulenza, bisogna che le ispezioni in linea generale non vengano preavvisate ma avvengano a sorpresa, che le ispezioni dei Vigili del Fuoco non si basino solo su un esame della documentazione ma si sviluppino anche con sopralluoghi e non solo se il datore di lavoro richiede il CPI ma a prescindere da tale richiesta”.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.