IMMIGRAZIONE, RENZI: “RISPOSTA POLITICA O L’EUROPA PERDE LA FACCIA”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Di fronte al problema dell’immigrazione ci dovrà essere una risposta politica con la “P” maiuscola oppure l’Europa perderà la faccia. Lo ha detto Matteo Renzi a Palazzo Medici Riccardi a Firenze in occasione dell’incontro con il primo ministro Maltese Joseph Muscat. “L’Europa che ti ragiona di spread, della tassa, del bilancio, del codice burocratico- ha argomentato il premier- di fronte a una vicenda come quella che stiamo vivendo è un’Europa che non è coerente con la propria storia”. Dalla Commissione europea il presidente del Consiglio si aspetta che “formalizzi le proposte”, “tendenzialmente abbiamo sempre visto nelle parole di Juncker una sensibilità rilevante” che “apprezziamo”, ma rispetto all’Unione europea “non continuiamo a commentare singole proposte: non serve una proposta”, ha auspicato Renzi.

Il fatto è che “non saranno solo gli hotspot (centri di identificazione, registrazione e fotosegnalamento dei migranti con supporto di Ufficio europeo per l’asilo, Frontex ed Europol negli Stati membri, ndr) a salvarci”, anche se, ha sottolineato il presidente del Consiglio, “vanno fatti”, e “non saranno gli spot a salvarci: occorre una strategia complessiva- conclude Renzi- che vuol dire politica estera, andando in quei Paesi, politica economica, dando aiuti economici a condizione che si possa fare un percorso”. Insomma, l’Ue non può essere “solo regole ed astratte discussioni burocratiche. L’Europa è in quel tir di Vienna, nelle stive dele nostre navi, è negli occhi di persone che magari hanno solo bisogno di raggiungerla per lasciarla come quella famiglia che, leggiamo, voleva andare in Canada”. L’Europa deve mostrare il volto umano. Cosa che “non sempre siamo sempre stati in grado di fare, anche seguendo le dichiarazioni dei nostri colleghi”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.