Il Pd con Mattarella: “Manifestazione l'1 giugno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:33

Nonostante il conferimento dell'incarico provvisorio all'ex commissario della spending review, Carlo Cottarelli, l'impasse politica del nostro Paese continua a tenere banco e, soprattutto, prosegue il vento di tempesta attorno al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al quale viene tuttora contestato il “no” alla nomina di Paolo Savona al Ministero dell'Economia, nodo che ha impedito la formazione del governo Conte, a guida Lega-M5s. Uno strappo pesante, probabilmente il peggiore nella storia della Repubblica, che ha portato le due forze politiche di maggioranza non solo a invocare una nuova tornata elettorale ma anche a ventilare l'ipotesi di una messa in stato d'accusa del Capo di Stato. Una mossa estrema che alcuni partiti, grillini in primis, hanno cavalcato attraverso il presunto uso dell'articolo 90 della Costituzione ma che, allo stesso modo in cui è stata presa in considerazione, ha incontrato i pareri contrastanti di altri esponenti politici, Pd in testa: i dem, infatti, hanno annunciato che la loro solidarietà a Mattarella sarà manifestata in diversi cortei nazionali, il principale dei quali organizzato a Roma il prossimo 1 giugno.

Pd con le istituzioni

“Ciò che i presunti vincitori delle elezioni hanno detto, dicono e annunciano, preoccupa e non può rimanere senza risposta – spiega il Nazareno nella nota d'annuncio della mobilitazione –. Stanno alzando irresponsabilmente i toni e dividono il Paese. Il Partito democratico attiva tutte le sue strutture territoriali e i suoi circoli con presidi aperti all’incontro con i cittadini giustamente preoccupati per quel che sta accadendo”. Già nella serata di ieri, quando lo strappo fra Colle e potenziale esecutivo si era appena consumato, gli esponenti dem avevano manifestato il loro sostegno al Presidente della Repubblica, con il segretario Martina e l'ex premier Renzi concordi sulla linea difensiva. Nella giornata di oggi, molte federazioni hanno pianificato una serie di iniziative e mobilitazioni in tutta Italia, alcune delle quali già svolte.

I cortei

Il corteo romano partirà alle ore 17 il primo del prossimo mese ma, anche in altre città, i dem si sono mossi in favore del Capo di Stato, organizzando manifestazioni a Genova (già svolta) e a Milano, Torino (18.30), Firenze (18.45) e Palermo (19). La mossa del Pd precederà di un giorno quella del Movimento 5 stelle, il quale ha convocato nella Capitale i propri sostenitori per un corteo di dissenso contro il presidente Mattarella proprio nel giorno della Festa della Repubblica. L'appuntamento è fissato per le 19 in Piazza della Bocca della verità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.