Il caso della Popolare di Bari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Varato il decreto per salvare la banca Popolare di Bari e trasformarla in una banca di investimento con l’obiettivo di sostenere attività finanziarie, anche a sostegno delle imprese nel Sud; è slittata la seduta della commissione bicamerale d’inchiesta sulle banche prevista giovedì dove si sarebbe dovuto eleggere il presidente e la sua squadra. Il Movimento cinque stelle aveva proposto Lannutti, ma per lui si profila ora il conflitto di interessi perché suo figlio lavora nella Popolari di Bari. Il Partito democratico chiede che rinunci alla candidatura.

E le polemiche continuano… 

E le polemiche non finiscono qui. Spunta anche un audio dell’amministratore delegato De Bustis in cui parlava ai manager della banca in una riunione del 10 dicembre scorso (pubblicato da Fanpage.it) dove si parla di dati truccati: “Tutti truccati. Truccavano persino i conti economici delle filiali. Taroccati”. “Non c’è rischio di commissariamento. Entro Natale la banca sarà salva“, diceva il presidente Gianvito Giannelli ai suoi. Giannelli assicurava anche: “la Banca d'Italia ci è molto vicina, in tutti i passaggi” e che “ai vertici del governo” c'è “una grandissima attenzione“.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.